Professore picchiato a Villaricca: un branco di giovani l’ha aggredito dopo scuola

0
286
professore picchiato villaricca

Professore picchiato Villaricca: un insegnante in provincia è stato aggredito brutalmente da un branco di giovani. L’accaduto risale alle ore 13:00 di oggi, 11 novembre, probabilmente poco dopo il termine delle lezioni. L’evento si sarebbe verificato all’esterno dell’Istituto Comprensivo Statale “Giancarlo Siani” in via Siani a Villaricca. Poco dopo, l’uomo ha sporto denuncia e gli inquirenti stanno indagando sulle dinamiche dell’aggressione.

Ti consigliamo come approfondimento – Neonati morti per malattia incurabile: Virus sinciziale minaccia le famiglie

Professore picchiato Villaricca: cos’è accaduto dopo scuola?

professore picchiato villariccaIl professore picchiato Villaricca – a quanto si apprende – lavora da pochi giorni all’istituto di provincia. L’insegnante sarebbe attualmente un supplente, e proprio al termine delle lezioni sarebbe stato accerchiato da un branco e picchiato brutalmente. Avvicinato dai giovani mentre era già all’esterno dell’edificio e in sella al suo scooter, è stato colpito più volte con calci e pugni. Il tutto è avvenuto molto velocemente, ma gli aggressori – probabilmente minorenni – hanno persistito con le violenze finché il malcapitato non si è ritrovato a terra, dolorante. Poco dopo, hanno fatto perdere le loro tracce.

L’insegnante, successivamente, è risalito sullo scooter e si è recato all’ospedale San Giuliano, nelle vicinanze, dove è stato soccorso e medicato. L’uomo è stato poco dopo dimesso con una prognosi di pochi giorni, avendo riportato contusioni ed escoriazioni ma nessuna ferita particolarmente grave. 

Ti consigliamo come approfondimento – Agente immobiliare stupra clienti dopo aver drogato i loro drink in un bar

La denuncia

rapinatori rolex professore picchiato villariccaIl professore ha deciso fin da subito di prendere provvedimenti sull’accaduto. Poco dopo le medicazioni, si è recato alla caserma dei Carabinieri di Villaricca per denunciare i fatti. Attualmente, le motivazioni dell’aggressione restano ignote. Tuttavia gli inquirenti, considerando la giovane età dei colpevoli, sospettano si sia trattato di una ritorsione per qualche vicenda avvenuta a scuola. Probabilmente gli aggressori hanno deciso di vendicarsi selvaggiamente dopo un rimprovero o un cattivo voto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due + 9 =