Ragazza non vedente sfrattata di casa per il suo cane guida: “Niente animali ammessi”

0
741
ragazza cane guida

Ragazza cane guida non è ammesso nell’edificio e la giovane non vedente è costretta a cambiare casa. La storia virale sui social ha destato non poca indignazione. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Un baobab toccò il cielo dell’Africa, l’esaltante esordio di Giacomo Pozzi

Ragazza cane guida: la storia della 31enne 

malessere del cane, ragazza cane guidaSi chiama Camilla la 31enne non vedente che ha raccontato la sua storia di ingiustizia che ha vissuto a Bologna. La padrona di casa non ha rinnovato il suo contratto e la giovane dovrà lasciare il suo appartamento a settembre. Causa del mancato rinnovo il suo cane guida, animale che secondo le regole condominiali non può essere più ammesso nell’edificio. Il cane non viene considerato come animale essenziale per l’assistenza della donna come avviene nei luoghi pubblici e la proprietaria considera la sua presenza come una scusa plausibile per non rinnovare il contratto alla donna. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Piazza Municipio devastata da bottiglie di alcolici dopo l’arrivo dei tifosi inglesi

Ragazza cane guida: la denuncia sui social 

minorenni impiccano cane, ragazza cane guida “Mi ritenevo fortunata perché ero in una stanza in affitto, una singola, in centro con tutti i comfort, 550 euro bollette incluse. I prezzi per le case, oggi, sono folli, quindi speravo di continuare dov’ero. E invece niente, mi è stato detto che la padrona non vuole per il cane. Sono in un appartamento in condivisione, come faccio a non dirlo? Ma un cane non è mica un giocattolo, mi serve per vivere, faccio ad aprile l’esame con la Scuola Triveneta dei cani guida”. Lo racconta al quotidiano QN rivelando come la 31enne stia addirittura pensando di lasciare la città e trasferirsi. 

Ti suggeriamo come approfondimento – “Pietro mi ammazzerà”, il grido di aiuto della 17enne prima di essere bruciata viva dal fidanzato

Ragazza cane guida: la rabbia sul web 

google down, ragazza cane guida La 31enne non nega di essersi sentita fortemente discriminata non solo dalla sua attuale padrona di casa, ma anche da altri che hanno avanzato lo stesso problema nei confronti del suo cane guida. Sui social tutti si schierano a favore della giovane. “È inaccettabile una cosa del genere, è come dire a chi deve usare una sedia a rotelle che non la può portare in casa perché non sono ammesse. Il cane per questa ragazza è indispensabile per la sua vita quotidiana non riesco a capire come possano esserci persone così, senza cuore”.