Samuel muore nel sonno a soli 17 anni: ritrovato dai genitori nel suo letto

0
465
ragazzo muore sonno
Dal profilo Instagram di Samuel Paonessa

Ragazzo muore sonno: è una storia che nessuno vorrebbe sentire, ma che purtroppo è accaduta per davvero. Aveva soli 17 anni il ragazzo che ieri è morto nel sonno, nella sua casa a Ivrea. A ritrovare il suo corpo senza vita sono stati i genitori, che piangono disperatamente la sua scomparsa. A stabilire le cause del decesso sarà l’autopsia.

Ti consigliamo come approfondimento – Tragedia, bambina di 10 anni muore di Covid. La madre: “Aveva fatto da infermiera per i compagni”

Ragazzo muore sonno ma le cause sono sconosciute

Ci troviamo a Ivrea, in una casa che ha visto concretizzarsi un incubo. Questo non è altro che la morte prematura di un ragazzo di diciassette anni di nome Samuel Paonessa. Nella notte tra lunedì 4 ottobre e martedì 5 ottobre il giovane è deceduto nel suo letto, ed è stato ritrovato solo la mattina dai suoi genitori. Erano andati a svegliarlo ma, vedendo che non accennava ad aprire gli occhi, hanno capito che c’era qualcosa che non andava. Allarmati, hanno chiamato i soccorsi, ma la squadra medica del 118 non ha potuto fare altro che accertare il decesso. Non sono ancora chiare le cause della morte: l’ipotesi finora più gettonata è quella di un malore. Vicino al letto del ragazzo, infatti, non è stato trovato nulla che facesse pensare ad altro. Il cadavere è stato trasportato nelle camere mortuarie di medicina legale a Strambino. Lì è in attesa delle disposizioni delle autorità giudiziarie.

Ti consigliamo come approfondimento – Caso Morisi, chat dei due escort lo scagionano: “Portiamo noi la droga”

Ragazzo muore sonno: il dolore di chi lo conosceva

sara bosco processo ragazza morta pompeiLa triste notizia ha sconvolto tutti gli abitanti di Ivrea, in particolar modo la scuola che frequentava, l’Itis Olivetti. A parlare a nome dell’intero istituto è stata la preside Alessandra Bongianino: “Sono letteralmente sconvolta. Non riesco a trovare le parole adatte per commentare un lutto così straziante per i genitori, per i suoi amici, i compagni di classe, gli insegnanti. Personalmente sono affranta dal dolore”. Si è aggiunto il sindaco Stefano Sertoli: “La morte di un adolescente è una stilettata al cuore dell’intera città”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto + diciotto =