Mino Raiola è morto: ad annunciarlo ufficialmente è la sua famiglia

0
260
raiola morto annuncio

Raiola morto annuncio della famiglia. Il triste messaggio è stato postato dai familiari su Twitter. Le righe, colme di straziante dolore e impotenza, contengono anche una richiesta importante. I parenti e gli amici del defunto Re del Calciomercato chiedono di rispettare la privacy. In modo che possano digerire più in fretta quest’amarissima pillola che, purtroppo, viene servita a tutti nel corso della vita.

Ti consigliamo come approfondimento – Padova, bimbo di 6 anni, positivo al Covid, muore per una crisi respiratoria

Raiola morto annuncio: il messaggio della sua famiglia

raiola morto annuncio
Fonte: Twitter

Oggi, sabato 30 aprile 2022, è stato l’ultimo giorno di vita per Mino Raiola. Il suo decesso è stato annunciato dalla sua famiglia tramite un messaggio pubblicato su Twitter, noto social network. Scrivono così i parenti:

“Con infinito dolore annunciamo la scomparsa di Mino, il più straordinario procuratore di sempre. Mino ha lottato fino all’ultimo istante con tutte le sue forze proprio come faceva per difendere i calciatori. E ancora una volta ci ha resi orgogliosi di lui, senza nemmeno rendersene conto. Mino è stato parte delle vite di tanti calciatori e ha scritto un capitolo indelebile della storia del calcio moderno. Ci mancherà per sempre. Il suo progetto di rendere il mondo del calcio un posto migliore per i calciatori sarà portato avanti con la stessa passione. Ringraziamo di cuore coloro che gli sono stati vicini. Chiediamo a tutti di rispettare la privacy di familiari e amici in questo momento di grande dolore.”

Ti consigliamo come approfondimento – Avellino, incatenata per 3 anni dalla madre: “Mi spegneva le sigarette sul seno. Grazie per avermi salvata”

Raiola morto annuncio: è successo davvero o è una fake news?

Dalla pagina Facebook ufficiale dell’Ospedale San Raffaele di Milano

Di Mino Raiola avevamo già parlato pochi giorni fa. Lo scorso 28 aprile è circolata una notizia riguardante proprio il decesso del Re del Calciomercato. Ma non c’è voluto molto prima che venisse smentita: “Mi hanno ucciso due volte in quattro mesi. A quanto pare sono in grado di resuscitare”. In aria aleggiava parecchio sconforto. Raiola era infatti ricoverato in terapia intensiva presso l’Ospedale San Raffaele di Milano. Da tempo soffriva di una malattia polmonare che lo costringeva a sottoporsi a molteplici cure. Ma, negli ultimi tempi, la situazione si era aggravata. E purtroppo, ora il decesso del procuratore è ufficiale.

Ti consigliamo come approfondimento – Arriva la smentita: Mino Raiola, il “Re del Calciomercato” non è morto!

Raiola morto: la carriera del procuratore

mino raiola morto
Dal profilo Twitter del procuratore Mino Raiola

Nocera Inferiore, 4 novembre 1967 – queste le origini del Re del Calciomercato. S’immette nel mondo del lavoro da giovanissimo, facendo il cameriere nel ristorante di famiglia. Contemporaneamente si diploma, frequenta la facoltà di giurisprudenza all’Università e apprende sette lingue: italiano, inglese, tedesco, olandese, portoghese, spagnolo e francese. Ma la sua passione più profonda è il calcio. Trascorre l’adolescenza a giocare in campo, nelle giovanili dell’Haarlem, ma smette a diciotto anni. Due anni dopo fonda la sua prima società di intermediazione e diventa direttore sportivo dell’Haarlem. È da qui che inizia la sua scalata verso il successo. La sua carriera vanta, tra le numerosissime azioni, la cosiddetta “scuderia Raiola“. Di questa ne fanno parte (tra i tanti) Balotelli, Pogba, Haaland, Donnarumma e Ibrahimovic. Quest’ultimo gli ha anche fatto visita durante il suo ultimo ricovero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici − uno =