Addio al “bravo ragazzo” di Scorsese, Ray Liotta muore d’improvviso a 67 anni

0
920
Ray liotta morto

Ci lascia Ray Liotta morto mentre dormiva. L’attore si trovava nella Repubblica Domenicana, impegnato nelle riprese del film Dangerous Waters. Ne danno la notizia i media americani TMZ e Deadline. Lascia una figlia ventenne e la compagna con cui stava per convolare a nozze. Il goodfella di Martin Scorsese ha avuto una carriera poliedrica, piena di ruoli diversi e storie avvincenti.

Ti consigliamo come approfondimento – Manifestazione Vita 2022, la festa contro i diritti umani: “I gay sono un problema!”

Ray Liotta morto nel sonno, aveva solo 67 anni

ray liotta mortoLa morte di Ray Liotta sbalordisce per la sua delicatezza. Un uomo sempre distinto, carismatico, sensibile, si è addormentato nel suo letto e non si è più risvegliato. L’attore si trovava nella Repubblica Domenicana dove stava girando le riprese del suo ultimo film, Dangerous Waters. La notizia trapela dai media americani, Deadline e TMZ. Nessuna indiscrezione, né un sospetto dietro questa morte. Il pensiero sorge dinnanzi alla giovane età dell’attore. Aveva soltanto 67 anni. Nato nel New Jersey, nel 1954, e adottato all’età di 6 anni dalla famiglia Vidimarli-Liotta. La sua scomparsa addolora le donne della sua vita. L’unica figlia, Karse, nata nel 1998 dal precedente matrimonio con la produttrice Michelle Grace. Jacy Nittolo, con cui avrebbe dovuto convolare a nozze.

Ti consigliamo come approfondimento – Roma, cadavere ritrovato nel Tevere: è Elija, il ragazzo americano finito a ‘Chi l’ha visto?’

Ray Liotta, una lunga carriera e tanti premi

ray liotta mortoLa memoria di Ray Liotta resta impressa sulla pellicola. Una carriera lunga più di 40 anni e che prometteva di ritornare a splendere. I primi esordi lo videro impegnato in Tv con Casco e gambe belle, inizio anni ’80. Il grande salto arriva nel 1986, quando Melanie Griffith lo aiuta a ottenere il ruolo di Ray Sinclair, in Qualcosa di travolgente. Insieme all’attrice, interprete di Lulù, Liotta interpreta una storia travolgente tra gelosie e violenza. Il successo, però, arriva con Quei bravi ragazzi. Il regista Martin Scorsese lo volle per il ruolo di protagonista. Era Henry Hill, l’italo-irlandese che vuole conquistare le vette della criminalità facendosi spazio nei ranghi della mafia americana.

L’attore, però, decide da subito di non voler incastrarsi in ruoli monotematici. Da lì, la carriera di Liotta si arricchisce di interpretazioni sempre diverse. Tanti i titoli e i premi. Recita in Hannibal, Abuso di Potere, Fuga da Absolom, Una moglie per papà insieme a Whoopy Goldberg, in Blow con Johnny Depp e in I molti santi del New Jersey, prequel de I Soprano.