Reddito di cittadinanza, ci siamo quasi! Come funziona e chi potrà riceverlo

0
185
reddito

Il Reddito di cittadinanza sta per diventare realtà! L’approvazione della nota di aggiornamento del DEF (Documento di Economia e Finanza) è il primo e fondamentale passo verso la sua concreta attuazione nel 2019 (leggi anche: chiusura domenicale di esercizi e centri commerciali: pro o contro?).  Nel DEF sono previste, inoltre, la pensione di cittadinanza, la riforma dei centri per l’impiego e la quota 100 (in pratica il superamento della Legge Fornero). Andiamo ad analizzare cos’è, come funziona, i requisiti e come ottenere il reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza: cos’è?

Il reddito di cittadinanza è un sostegno economico pensato e voluto fortemente dal Movimento 5 stelle per le famiglie che vivono al di sotto della soglia di povertà. Il reddito di queste famiglie verrà integrato a seconda della composizione del nucleo. Lo stesso discorso potrà estendersi anche ai pensionati, che potranno ricevere una pensione di cittadinanza se rientrano in determinati parametri.

Reddito di cittadinanza: i requisiti

redditoPer essere aventi diritto occorrono determinate condizioni:

  • Aver compiuto 18 anni di età
  • Essere disoccupati o inoccupati
  • Avere un reddito di lavoro inferiore alla soglia di povertà in Italia, calcolata dall’ISTAT (780 euro)
  • Avere un ISEE al di sotto di una certa soglia (ancora da stabilire)
  • La misura riguarderà solamente i cittadini italiani e i cittadini stranieri residenti in Italia da almeno 10 anni.

Leggi anche: sovraindebitamento: pochi conoscono la legge che estingue i debiti

Reddito di cittadinanza: l’importo (per un single e per le famiglie)

redditoLa misura dovrebbe prevedere 780 euro mensili che rappresenta, appunto, la soglia di povertà in Italia stabilita dall’ISTAT.

  • Per un disoccupato o un lavoratore “povero”, percettori già di una forma minimale di reddito, si stima che serviranno altri 480 euro medi mensili (per raggiungere la cifra di 780 euro). Se invece il disoccupato non dovesse percepire assolutamente alcuna entrata, avrebbe diritto all’intero assegno di 780 euro
  • Per i pensionati si è calcolato che sarebbero da aggiungere in media circa 300 euro (alla pensione minima o a quella sociale)
  • A una famiglia composta da un genitore più un figlio minorenne spetterebbe 1.014 euro al mese.
  • A una famiglia composta da due genitori più due figli minorenni spetterebbe 1.638 euro al mese.
Reddito di cittadinanza: si può perdere il diritto a riceverlo?

Assolutamente sì. Infatti gli aventi diritto dovranno rispettare una serie di obblighi per non correre il rischio di perderlo.

  • Iscriversi ai Centri dell’Impiego pubblici
  • Iniziare un percorso di ricerca attiva di un’occupazione, frequentando corsi di formazione e facendo colloqui con gli operatori dei centri
  • Si dovrà contribuire a progetti sociali del proprio Comune per 8 ore alla settimana.
  • Perderà il reddito chi “rifiuta, nell’arco di tempo riferito al periodo di disoccupazione, più di tre proposte di impiego ritenute congrue

“Il reddito sarà erogato su una card la cui tracciabilità non permette l’evasione o spese immorali. Quei soldi servono per assicurare i beni di prima necessità, se vado a comprare un gratta e vinci o le sigarette o beni non di prima necessità la carta non funziona perchè grazie alle tecnologie è possibile disabilitare l’uso del reddito in alcuni negozi”- spiega Luigi Di Maio, vicepremier e leader M5s, parlando con i cronisti a Montecitorio.

Dunque non sarà una semplice misura assistenziale ma una partecipazione attiva al miglioramento della propria condizione.

Le basi sono state gettate. Se le premesse e le promesse verranno mantenute l’Italia è all’inizio di un vero punto di svolta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here