Eutanasia, gli italiani dicono ‘sì’: raccolte 500mila firme, presto referendum

0
385

Referendum eutanasia: più di mezzo milione di persone è deciso a rendere legale questa pratica medica. La raccolta di firme è avvenuta tramite una petizione online lanciata di recente, oltre che in presenza. Ma non è ancora abbastanza. Entro la fine di settembre, l’obiettivo è quello di raggiungere 750.000 ‘. “Scegliere è un diritto dei malati, è la ferma convinzione di Filomena Gallo e Marco Cappato, i portavoce dell’iniziativa.

Ti consigliamo come approfondimento – Ponte Morandi, a tre anni dal crollo. Draghi: “Mai più tragedie del genere”

Referendum eutanasia: presto sarà legale?

referendum elezioni election day Ciro campana Autonomia election dayL’eutanasia è da sempre un tema piccante all’interno delle diverse società. Se da un lato c’è chi non tollera l’azione del togliersi la vita, dall’altro c’è chi invece si schiera dalla parte dei pazienti. Per rendere il suicidio assistito legale in Italia, è stata indetta una raccolta firme, che si è rivelata di enorme successo. Ai tavoli sono state raccolte 430.000 adesioni circa, mentre 70.000 sono state registrate per la prima volta online. Per evitare errori o imprevisti di qualsiasi tipo, entro il 30 settembre le firme dovranno essere 750.000. Solo a quel punto, la Corte di Cassazione potrà indire un referendum. “Siamo pronti a ricorrere alla disobbedienza civile per affermare il diritto fondamentale all’autodeterminazione dei malati in condizione di sofferenza insopportabile e malattia irreversibile”. Questa è la sentenza di Filomena Gallo e Marco Cappato, i portavoce del Comitato promotore referendum ‘Eutanasia Legale’ e dell’associazione Luca Coscioni.

Ti consigliamo come approfondimento – Kabul cade in mano ai talebani. Partito il volo di rimpatrio degli italiani

Referendum eutanasia: le controversie dei tempi antichi

referendum eutanasia
Giuramento di Ippocrate, fonte: wikipedia.org

Dicesi ‘eutanasia’ la morte assistita di un individuo la cui vita è assoggettata da malattia, menomazione o condizioni psichiche. È un suicidio legalizzato assistito da personale medico che, per volontà del paziente, non interviene. È una pratica di cui si hanno tracce risalenti a secoli prima della nascita di Cristo. Ma il parere sull’eutanasia è stato spesso causa di disappunti. Se nel Giuramento di Ippocrate il medico dichiara di non voler mai contribuire alla morte di una persona, nel mondo classico il suicidio era visto con grande rispetto. Un’iniziativa simile all’eutanasia è stata praticata durante il periodo nazista del secolo scorso. Il suo nome è stato Aktion T4.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − 6 =