Zona rossa a Natale: le Regioni contro la decisone del Governo

0
401
Regioni zona rossa Natale

Regioni zona rossa Natale: sono le prospettive che ci aspettano per le prossime settimane di festa. Non tutte le Regioni accettano però queste misure. Al contrario i presidenti di Lombardia e Liguria considerano le misure non necessarie per il loro territorio. 

Ti consigliamo come approfondimento – Italia zona rossa a Natale, il Governo decide: mini lockdown per le feste

Regioni Zona rossa Natale: parlano i presidenti 

regioni zona rossa natale
Dalla pagina Facebook di Giovanni Toti

Il primo ad esprime dissenso per la zona rossa è Giuseppe Toti, presidente della Liguria. Tramite un lungo post su Facebook ha dichiarato la sua posizione. “A meno di una settimana dal Natale l’unica certezza che abbiamo è che le chiusure natalizie potrebbero costare in Liguria 200 milioni di euro. Il tutto mentre i dati ci confermano la regione con il minor indice di contagio di Italia.” A sottolineare una differenza tra le diverse regioni è anche Attilio Fontana. Il presidente della Lombardia rimarca come la situazione della sua Regione sia nettamente diversa da quella per esempio del Veneto. E sono proprio queste differenza su cui Toti e Fontana spingono il Governo a riflettere.

Ti consigliamo come approfondimento – Tampone fai-da-te: parte in Veneto la sperimentazione dei nuovi test rapidi

Regioni Zona rossa Natale: Zaia anticipa la zona rossa 

Regioni zona rossa natale Completamente opposta è invece la decisione del presidente del Veneto. É diventata una delle regioni con più alto tasso di contagio in poco tempo. Per questo Zaia ha deciso di anticipare l’ordinanza del Governo. Il Veneto diventerà zona rossa già a partire dalla giornata di domani. È la prima regione a prendere una decisione così drastica autonomamente alla vigilia delle feste. “Noi siamo in zona gialla e il governo sta adottando delle misure che, sono sincero, per me non sono ancora chiare. La situazione epidemiologica di oggi però ci dice che abbiamo un terzo in più di ricoveri rispetto a marzo.” Zaia conclude che aspettare le decisioni da parte del Governo richiederebbe troppo tempo. Nonostante le diverse prospettive dei presidenti di Regione, sembrano però tutti concordi nell’affermare come l’indecisione del Governo riguardo l’ormai prossimo Natale non stia giovando a nessuno. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 + 15 =