Revenge porn campania: 17enne tappezza la città di foto della ex 13enne

0
231
revenge porn campania

Revenge porn Campania – Nuovo caso di revenge porn in Campania. L’umiliazione è ai danni di una 13enne, le cui foto hanno tappezzato la città di Salerno. L’abitazione dell’ex fidanzato 17enne è stata perquisita e sono stati sequestrati tutti i materiali. 

Ti consigliamo come approfondimento – OnlyFans: mercificazione del corpo femminile o arte a pagamento?

Revenge porn: il caso nel salernitano

revenge pornL’ennesimo caso di umiliazione, l’ennesimo caso di una ragazza la cui vita è stata segnata, l’ennesimo caso di revenge porn. Un ex fidanzato, 17enne, ha modificato e falsificato una foto della sua ex appena tredicenne e ha tappezzato i muri del paese. Disposta un’ordinanza cautelare, nei confronti del ragazzo, che dispone la misura coercitiva del collocamento in comunità. Il provvedimento è stato eseguito dagli agenti della sezione di Salerno della Polizia Postale e da quelli della sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica per i minorenni di Salerno.

Le prime ad essersi accorte dei manifesti erano state le amiche della vittima, una ragazza di 13 anni, le quali hanno subito strappato i manifesti. La ragazza ha denunciato l’accaduto e sono subito scattate le indagini. La Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Salerno, guidata dal procuratore Patrizia Imperato, ha delegato gli agenti del Compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni Campania. Quest’ultimi hanno effettuato una perquisizione domiciliare ed informatica sui dispositivi in possesso del 17enne. La polizia ha trovato sia la foto originale che quella modificata insieme ad altro materiale prontamente confiscato.

Ti consigliamo come approfondimento – Sexting, tra piacere e reato: quando l’eros è a portata di click

Revenge porn Campania: Deepfake

Revenge porn campaniaIl Revenge porn è un atto ignobile in cui il carnefice pubblica, via social o in come in questo caso in piazza, materiale pornografico senza il consenso della vittima. Spesso le immagini postate non sono nemmeno reali. Con i moderni sistemi si può letteralmente spogliare una persona. Non molto tempo fa, fece scalpore DeepNude, un’applicazione che utilizzava le reti neurali per rimuovere l’abbigliamento dalle fotografie di donne, facendole apparire realisticamente nude.

Un vero e proprio caso di deepfake. Un modificare l’immagine di una persona combinandola o sovrapponendole altre immagini e video. Con questa tecnica si può creare qualsiasi contenuto e quindi far fare a chiunque qualsiasi cosa. Molti sono gli atti di revenge porn, anche con celebrità, cyberbullismo o altri crimini informatici di varia natura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

13 − 12 =