Riapertura ristoranti, bar, centri estetici e parrucchieri: il via dal 20 aprile?

1
237
riapertura ristoranti

Riapertura ristoranti, bar, centri estetici e parrucchieri? Sì, ma solo se il numero di contagi calerà. La richiesta dei lavoratori è disperata e si aggrappa agli effetti della stretta del DPCM Draghi, che saranno visibili solo in futuro. In base a questi, si valuterà se far ripartire o meno tali attività, seguite da palestre, piscine, teatri e cinema. Una possibile data di riapertura potrebbe essere il prossimo 20 aprile, ma nulla è ancora deciso.

Ti consigliamo come approfondimento – Scuola, domani si ricomincia: Governo Draghi a lavoro per lezioni estive

Riapertura ristoranti, bar, parrucchieri e centri estetici? La domanda al Governo

La Settimana Santa del 2021 è ormai giunta al termine e, con essa, anche il DPCM istituito un mese fa da Mario Draghi. Le restrizioni sono risultate molto aspre per gli operanti del settore della ristorazione, senza contare i centri estetici e parrucchieri, e il mondo dello sport e dello spettacolo – realtà impossibili per lo smart working. Per tale motivo, dopo la morsa, chiedono al Governo di proporre delle nuove normative affinché possano tornare a lavorare. Ma ciò non può ancora essere valutato. I risultati del mettere l’Italia intera in zona ad alto e medio rischio frutteranno solo con il passare delle prossime settimane. Pertanto non è prevista una riunione tra le Camere, almeno per il momento. Il quadro della situazione epidemiologica italiana, costantemente monitorato, verrà discusso il 20 aprile.

Ti consigliamo come approfondimento – AstraZeneca trombosi: riunione tra Speranza e Aifa, in attesa dell’Ema

Riapertura ristoranti, bar, parrucchieri e centri estetici: quando avverrà?

draghi premier, governo draghi consultazioni draghi fiducia governo
Foto dal profilo Facebook ufficiale di Mario Draghi

Nei prossimi giorni, probabilmente giovedì, è previsto un incontro con il Premier Draghi per parlare del Recovery Plan. Durante tale riunione, gli verrà riferito di persona la richiesta dei lavoratori delle attività precitate. Particolare attenzione sarà da prestare alle palestre, che hanno la serranda abbassata da troppo tempo. La cabina di regia del Primo Ministro verrà convocata solo in seguito, quando bisognerà decidere se permettere tali riaperture o prolungare lo stop. Le prossime misure restrittive saranno valide fino al 30 aprile. Tutto si baserà sui dati dei contagiati, sulla situazione nelle strutture sanitarie e sul numero di vaccini anti-Covid somministrati.

1 commento

  1. Se non sapete gestire la vaccinazioni, non sapete bloccare il coronavirus chiudendo solo le attività invece di bloccare i trasporti che portoni contagi, autobus e treni, e centri commerciali che portino assemblamenti non è colpa deigli italiani e non potete bloccare il lavoro x la vostra incapacità contro un virus che non sapete gestire, la gente a bisogno di lavorare e avere un stipendio x sopravivere, perché non vi bloccate le vostre entrate mensili e ditemi se siete daccordo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − quattro =