Rider derubato a Napoli: donati 11 mila euro e presi i rapinatori

0
2013
Rider Napoli derubato

Rider Napoli derubato: è accaduto la scorsa notte nella zona di Capodichino. Gianni, 50 anni è il rider vittima di un agguato durante una consegna. In sei lo hanno aggredito costringendolo ad abbandonare lo scooter che usava per le consegne. Il video dell’aggressione diventato subito virale ha fatto partire una raccolta fondi social tra gli utenti per aiutare Gianni. 

Ti consigliamo come approfondimento – Zona bianca Dpcm: le nuove misure dal 16 gennaio

Rider Napoli derubato: la raccolta fondi  

rider napoli derubato
Dalla pagina Facebook di Francesco Emilio Borrelli

La triste vicenda è diventata virale dopo poche ore dall’aggressione e ha spinto subito ad avviare una raccolta fondi per poter ricomprare il motorino rubato. La colletta benefica ha totalizzato in pochissime ora la cifra di 11 mila euro, portando l’organizzatore della raccolta a disattivare le donazioni. Tre le migliaia di donazioni spicca anche il contributo del giocatore della Lazio Mohamed Fares, che ha contributo donando 2.500 euro. Ad aiutare a condividere la vicenda anche il post del consigliere regionale della Campania di Europa Verde: Francesco Emilio Borrelli. “Al rider dico di farsi avanti, anche in forma anonima, perché lo vogliamo aiutare.”

Ti consigliamo come approfondimento – Arco Borbonico Napoli: storia di un crollo annunciato

Rider Napoli derubato: le parole di Gianni sull’accaduto 

rider napoli derubato
Dalla pagina Facebook di Francesco Emilio Borrelli

Nel corso della mattinata il rider Gianni ha rilasciato diverse dichiarazioni sull’accaduto. “Ci tenevo a ringraziare immensamente tutti quelli che hanno voluto aiutarmi. Il cuore dei veri napoletani è immenso. Siete grandi.” Riguardo l’aggressione, Gianni ha raccontato come lo abbiano circondato in 6, tutti molti giovani. “Erano tutti ragazzini, tutti ventenni. Non parlavano, mi dicevano solo di lasciare lo scooter”. Nel corso di queste ore non sono arrivate solo donazioni ma anche offerte di lavoro. “A 50 anni mi sono rimesso in gioco e ho iniziato a fare consegne. Ora però voglio un lavoro vero. Sono un macellaio e vorrei solo tornare a fare il mio mestiere.”

Rider Napoli derubato: presi i responsabili del furto 

polizia, pomigliano sicuraLa polizia con un’indagine lampo ha individuato 4 dei 6 rapinatori. Le indagini sono state avviate dalla Squadra Mobile di Secondigliano con a capo il vicequestore Raffaele Esposito. Come era già stato anticipato dalla testimonianza di Gianni si tratta di ragazzini intorno ai 20 anni. Non sono state rese note le loro identità. Gli accusati sono stati trasportati in questura per essere interrogati. L’obbiettivo ora è quello di risalire dalla loro testimonianze agli altri due rapinatori ancora in libertà. Dopo l’arresto è  stato anche ritrovato lo scooter del rider nel quartiere Terzo Mondo di Napoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto − sei =