Riforma legittima difesa: è davvero sempre legittima?

0
325
riforma legittima difesa

Lo scorso 28 marzo 2019 è arrivato il sì definitivo dal Senato per l’approvazione del disegno di legge che va a modificare l’istituto della legittima difesa. La riforma è stata approvata con 201 voti favorevoli, 38 contrari e 6 astensioni (Leggi anche – Legittima difesa: per sparare basterà un “grave turbamento”)

Riforma legittima difesa: le principali novità

RiformaLe principali novità della riforma riguarderanno essenzialmente 5 aspetti:

  • modifiche al secondo comma dell’articolo 52 del codice penale. Si specifica che la proporzionalità tra offesa e difesa “sussiste sempre” se l’aggressione avviene in casa o sul luogo di lavoro;
  • l’aggiunta di un quarto comma all’art 52 c.p. che stabilisce che «Nei casi di cui al secondo e al terzo comma agisce sempre in stato di legittima difesa colui che compie un atto per respingere l’intrusione posta in essere, con violenza o minaccia di uso di armi o di altri mezzi di coazione fisica, da parte di una o più persone».
  • modifiche anche all’art. 55 c.p. che disciplina l’eccesso colposo con all’introduzione di un ulteriore comma (il secondo) che amplia e definisce il concetto di offesa. Si escluderà la punibilità per coloro che eccedono i limiti di legge perché hanno agito “in condizioni di grave turbamento, derivante dalla situazione di pericolo in atto”. Quindi, anche qualora la difesa non sia proporzionata all’offesa, come stabilito dall’articolo 52 c.p., chi si difende non commette comunque un delitto colposo (per eccesso di legittima difesa) dal momento che ha agito per salvaguardare la propria o l’altrui incolumità in un momento di particolare turbamento;
  • pene inasprite per violazione domicilio, furto in abitazione e scippo, rapina;
  • gratuito patrocinio per chi si è difeso legittimamente.

Il cuore della nuova riforma è dunque rappresentato dal fatto di aver aggiunto l’avverbio “sempre”, introducendo una sorta di presunzione assoluta di legittima difesa “domestica”. In pratica la difesa si considera “sempre” proporzionata all’offesa; la previsione mira, quindi, a eliminare ogni residuo spazio di discrezionalità da parte del giudice nella valutazione della proporzionalità tra difesa e offesa.

Ma è davvero così? La legittima difesa è sempre legittima?

Leggi anche Sos Femminicidio: denuncia!

Legittima difesa: pro e contro della riforma

Di tutto questo se ne parlerà in un convegno organizzato dall’avv. Giovanni Calabrese Riformavenerdi 10 maggio alle ore 18:00. L’appuntamento è fissato presso la scuola dell’infanzia paritaria “Principessa di Piemontein Via Madonna Stella, 13 – Castello di Cisterna. Oltre all’avv. Calabrese interverranno:

  • Dott. Aniello Rega, sindaco di Castello di Cisterna
  • On. Avv. Carlo Sarro, Commissione Affari Costituzionali
  • Sen. Avv. Francesco Urraro, Commissione Giustizia e Commissione Speciale Antimafia
  • Dott.ssa Giovanna Di Petti, Magistrato presso il Tribunale di Nola
  • Tommaso Angelone, Capitano dei Carabinieri di Castello di Cisterna

Modera il dott. Domenico Esposito.

Sarà un dibattito sicuramente importante e utile per chiarire tutti gli aspetti di tale riforma; motivo per il quale tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here