Ripartenza matrimoni: no al Covid manager e limite invitati, sì Covid Pass

0
427
Ripartenza matrimoni

Ripartenza matrimoni, arriva l’ok del Cts. I matrimoni ripartiranno il prossimo 15 giugno. Nessun limite di invitati, ma il numero dei partecipanti sarà determinato dagli spazi a disposizione. Non sarà obbligatoria la figura del Covid Manager ogni 50 invitati ma sarà obbligatorio il Covid Pass.

Ti consigliamo come approfondimento – Matrimoni, l’idea solidale: “Dona l’abito da sposa a chi non può comprarlo”

Ripartenza Matrimoni: nessun limite agli invitati ma sì al Covid Pass

protocollo ripartenza matrimoniIl protocollo per i ricevimenti come matrimoni e tutte le funzioni civili e religiose, comprese prime comunioni e cresime, è finalmente stato validato. Il Comitato tecnico scientifico ha infatti dato l’ok alle nuove regole. Nessun “tetto” agli invitati. Il numero di chi potrà partecipare alla festa sarà determinato solo dagli spazi a disposizione. Il presidente di Assoeventi di Confindustria, Michele Boccardi, aveva chiesto la rimozione del limite degli invitati nei giorni scorsi.

Oggi l’ok al nessuna limitazione numerica ma, anche in rispetto del protocollo iniziale, è stato introdotto l’obbligo del Covid pass o certificato verde. Il Covid pass è un documento necessario per poter partecipare a qualsiasi evento o cerimonia. Esso attesta la vaccinazione di almeno la prima dose oltre i 15 giorni dall’inoculazione. Attesta la guarigione dal Covid o l’aver effettuato un tampone con risultato negativo nelle 48 ore precedenti. Tutti i presenti dovranno esserne in possesso, anche gli sposi.

Ti consigliamo come approfondimento – Matrimoni in Campania, protocollo per la ripartenza: vaccini non obbligatori

Ripartenza Matrimoni: le regole

MatrimoniNelle regole accettate dal Cts non è presente la figura del Covid manager. Nonostante ciò è importante conservare la lista degli invitati per un periodo di 14 giorni. Confermato l’obbligo della mascherina negli ambienti interni e negli ambienti esterni tranne se seduti a tavola o se si mantiene la distanza di un metro. Gli operatori a contatto con il pubblico dovranno indossare sempre la mascherina. Le nuove norme consentono gli eventi al chiuso solo se viene garantito un ricambio d’aria.

I tavoli dovranno essere distanziati considerando l’ingombro delle sedie e il passaggio degli operatori si consiglia una distanza di 2,50 metri, ove possibile. La distanza minima deve essere di almeno 2 metri. Non è consentito il buffet self-service ma si può organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale incaricato. Gli ospiti non verranno serviti e non toccheranno il cibo. È consigliata l’adozione di menu unico al tableau marriage e/o menù individuali ad uso esclusivo dell’ospite. Saranno quindi evitati i cestini con pane e grissini.

Ti consigliamo come approfondimento – Scuole, matrimoni e spostamenti regionali: è in arrivo il tampone salivare

Ripartenza Matrimoni: Fotografi, Band e bomboniere

Ripartenza matrimoni 2021Per quanto riguarda fotografi e musicisti le regole cambiano. I fotografi dovranno indossare la mascherina qualora debbano avere una distanza interpersonale inferiore a 1 metro dagli invitati. I gruppi musicali dovranno distanziarsi dal pubblico di almeno 3 metri, qualora non provvisti di barriere antidroplets in prossimità del microfono. Dovranno indossare sempre le mascherine tranne durante le esibizioni.

Via libera a balli e la consegna delle bomboniere dovrà essere effettuata uno ad uno. Non sarà possibile infatti prendere la bomboniera da un tavolo comune. Dovranno essere gli sposi, o chi per loro, a consegnarla agli invitati dopo aver utilizzato igienizzanti per le mani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × 4 =