Ristorante No Green Pass murato dalla polizia e proprietari arrestati!

0
1427
Ristorante No Green Pass murato,

Ristorante No Green Pass murato dalla Polizia. Il fatto si svolge in Svizzera a Zermatt. Qui, un ristorante locale, rifiutava di chiedere il Green Pass ai propri clienti. Dopo ripetuti richiami la polizia elvetica ne ha quindi disposto la chiusura nella giornata di venerdì. Il ristorante tuttavia ha deciso di aprire comunque. La risposta delle autorità è stata murare il locale piazzandogli davanti enormi blocchi di cemento. Il giorno dopo ha seguito una protesta a cui è seguito l’arresto dei titolari. Il rischio ora è la revoca della licenza e la chiusura definitiva del locale.

Ti consigliamo come approfondimento – Fabrizio Pregliasco sul modello Austria: “Sì al lockdown per i non vaccinati”

Ristorante No Green Pass murato: la decisione delle autorità

fase 2 calabria, Ristorante No Green Pass murato,La Svizzera non è proprio quel paese dove i trasgressori la passano poi così liscia. Buttare una sigaretta o sputare per terra ad esempio comporta multe salatissime. Per ogni infrazione infatti le autorità elvetiche sono pronte a rispondere nella maniera più perentoria possibile. Così è accaduto anche nel del ristorante di Zermatt. I titolari si sono opposti alla chiusura notificata loro per non aver aderito ai protocolli Covid. La risposta della polizia è stata quella di murare il locale con enormi blocchi di cemento. Quando il giorno dopo hanno poi protestato assieme ad altri manifestanti, i titolari sono stati arrestati. Rischiano così di chiudere per sempre oltre che di vedersi sottratta la licenza.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid, Di Maio avverte: “Avanti con il green pass o si torna al coprifuoco!”

Ristorante No Green Pass murato: la situazione in Svizzera

Napoli variante Delta, variante delta maiorca, Ristorante No Green Pass murato,Una decisione del genere presa in Italia avrebbe generato malumori e proteste in tutto il Paese. In Svizzera invece tutto ciò rientra nella normalità in quanto la legge, uguale per tutti, va rispettata. Anche in questo caso infatti il tutto si è placato con la protesta del sabato e l’arresto dei titolari. Misure pesanti, almeno viste da parte dell’Italia, nonostante i numeri svizzeri piuttosto incoraggianti. Da inizio pandemia ad oggi infatti sono 882.000 i casi totali e 11.261 i decessi. Numeri ben più bassi rispetto a quelli italiani. Dal 2020 infatti l’Italia conta 4,78 milioni di positivi e un totale di 132.000 decessi. Nonostante ciò è in Svizzera che le misure risultano più pesanti.