Scuola, domani si ricomincia: Governo Draghi a lavoro per lezioni estive

0
222
Ritorno scuola domani

Ritorno scuola domani: dal 7 aprile, gli studenti ritorneranno tra i banchi. Nella regione, che è in zona rossa, faranno lezione in presenza le scuole elementari e le prime medie. Intanto, il Governo Draghi è a lavoro per elaborare il piano didattico estivo.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania, esplode la rabbia dei commercianti: bloccata la Napoli – Caserta

Ritorno scuola domani: il ritorno di elementari e medie

Ritorno scuola domaniRitorno scuola domani – Migliaia tra studenti, insegnanti e personale scolastico, ritornerà in presenza nella giornata del 7 aprile. Con le norme stabilite dal DL del 1° aprile, in zona rossa si andrà a scuola fino alla prima media. In zona arancione, invece, è consentita la presenza al 50% o al 75% dalla seconda media al quinto superiore. Per quanto riguarda i laboratori e le lezioni per alunni con disabilità o BES, è sempre garantita la presenza.

Il Governo, questa volta, ha imposto lo stop alle Regioni riguardo la chiusura degli edifici scolastici. “Salvo in casi di eccezionale e straordinaria necessità dovuta alla presenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus SARS-CoV-2 o di sue varianti nella popolazione scolastica. I provvedimenti di deroga sono motivatamente adottati sentite le competenti autorità sanitarie e nel rispetto dei principi di adeguatezza e proporzionalità, anche con riferimento alla possibilità di limitarne l’applicazione a specifiche aree del territorio”. E questa deroga è stata già adottata da alcuni sindaci italiani, i quali hanno deciso di prorogare la DAD fino al 30 aprile.

Ti consigliamo come approfondimento – AstraZeneca trombosi: riunione tra Speranza e AIFA, in attesa dell’EMA

Ritorno scuola domani: Draghi stila il calendario estivo

Ritorno scuola domaniRitorno scuola domani – Molto più dello scorso anno, nel 2021 gli studenti italiani hanno subito perdite con il perpetrarsi della DAD. Per questo motivo, il premier Draghi e il Ministro Patrizio Bianchi sono a lavoro per preparare un piano estivo. Negli scorsi giorni, le Regioni, l’ANCI e l’UPI si sono incontrati per stilare un calendario provvisorio. Nello specifico:

  • A giugno avverranno i recuperi degli apprendimenti;
  • A luglio ed agosto si punterà alla socializzazione e agli aspetti ricreativi;
  • A settembre si ripartirà con l’accoglienza prima dell’inizio delle lezioni.

Ogni scuola avrà un finanziamento in base al numero di studenti, con una media di 18mila euro per istituto. Le attività da svolgere dovranno essere su base volontaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × 2 =