Speranza avverte: “Ordinanza non basta, ci vuole responsabilità!”

0
131
Speranza natale conte Nuovo Dpcm, italia 15 gennaio
Dalla pagina Facebook ufficiale del ministro Speranza

Roberto Speranza ordinanza: il Ministro della Salute ha affermato ancora una volta che è necessario rispettare le regole. Questo fine settimana l’Italia si appresta a cambiare strategia e colore per affrontare al meglio l’evolversi della pandemia da Coronavirus. Alle nuove ordinanze, però, deve affiancarsi il buon senso dei cittadini, indispensabile per la salvaguardia della salute del nostro Paese.

Ti consigliamo come approfondimento – Conte firma il DPCM fino a marzo: Italia in zona arancione. Cosa succede?

Roberto Speranza ordinanza: cosa cambia dal 17 gennaio

Roberto Speranza ordinanza: il Ministro della Salute ha affermato ancora una volta che è necessario rispettare le regole. Questo fine settimana l’Italia si appresta a cambiare strategia e colore
Dalla pagina Facebook del ministro Roberto Speranza

Roberto Speranza ordinanza: a partire da domenica 17 gennaio, le Regioni italiane torneranno a cambiare colore. Questo tipo di suddivisione che vede l’Italia coinvolta ormai da novembre sembra piacere al Governo rivelandosi, almeno in parte, efficiente.

La nuova classificazione delle Regioni prevista dal Ministro Speranza a seguito dell’ultima analisi dell’ISS, prevede:

  • Tre regioni in zona rossa: Lombardia, Provincia di Bolzano e Sicilia;
  • Cinque regioni in zona gialla: Campania, Basilicata, Molise, Provincia di Trento, Sardegna e Toscana;
  • Dodici regioni in zona arancione.
Ti consigliamo come approfondimento – Proteste ristoratori: l’iniziativa #ioapro contro il DPCM. Cosa rischiano?

Roberto Speranza ordinanza: l’invito al rispetto delle regole

Roberto Speranza ordinanza: il Ministro della Salute ha affermato ancora una volta che è necessario rispettare le regole. Questo fine settimana l’Italia si appresta a cambiare strategia e colore
Il Ministro Speranza – foto dalla sua pagina Facebook

Il Ministro della Salute Speranza ha più volte ribadito quanto sia necessario il rispetto alle regole. “Le ordinanze sono costruite sulla base di dati oggettivi e indirizzi scientifici. Hanno la finalità di contenere il contagio in una fase espansiva dell’epidemia. Per questo rispettarle è decisivo se non si vuol perdere il controllo del contagio”.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid, diretta De Luca: “La Campania sarà la prima a uscire dall’epidemia”

Con le nuove ordinanze, inoltre, è stato prorogato anche lo stato di emergenza fino a luglio. Il Comitato Tecnico Scientifico ha valutato l’andamento epidemiologico italiano e ha inviato il suo parere al Governo facendo slittare nuovamente la data, che era stata predisposta poche settimane fa, al 30 aprile 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

16 − 7 =