Ragazza disabile di 12 anni picchiata in diretta social da un gruppo di bulle

0
106
roma disabile picchiata,

Roma disabile picchiata, succede nei primi giorni di aprile. In un parco di Roma Nord, una ragazzina di 12 anni è stata violentemente bullizzata da altre tre giovani. Pugni, calci, capelli tirati e maglia strappata. Queste le immagini che si intravedono dal video. Ebbene si, perché mentre la picchiavano qualcuno mandava in onda una diretta social. La bambina è stata poi soccorsa dalla madre e portata in ospedale. Qui le hanno diagnosticato un trauma cranico e 21 giorni di prognosi. Lunedì 26 aprile ci sarà l’esposto alla Procura dei minori. Intanto la ragazzina si è chiusa in se stessa e non parla più con nessuno.

Ti consigliamo come approfondimento – Bullismo Covid: aumentano le vittime tra i giovani a causa della pandemia

Roma disabile picchiata: la diretta Instagram e l’episodio di bullismo

roma disabile picchiata,Il bullismo rappresenta forse lo scoglio più grande da superare in tema giovanile. Atti di violenza gratuita riversati su compagni di classe o coetanei. I fatti di Roma però, hanno dell’incredibile. Nel parco di Roma Nord, i primi di aprile, tre giovani hanno riempito di pugni e calci una disabile. La ragazzina, di 12 anni, è stata soccorsa solo in seguito dalla madre. Condotta all’ospedale le è stato diagnosticato un trauma cranico e 21 giorni di prognosi. Ad aggravare il tutto però ci pensano i social. L’intero episodio di bullismo infatti è stato trasmesso in diretta. Il video ha incredibilmente raccolto like e condivisioni a raffica durante la sua messa in onda. Un episodio che ha dell’incredibile e per cui la madre si è rivolta al Centro nazionale contro il bullismo. Lunedì 26 aprile, assieme al Centro, verrà esposta denuncia alla Procura dei minori.

Ti consigliamo come approfondimento – Skullbreaker Challenge: scherzi pericolosi o bullismo da social?

Roma disabile picchiata: l’appello della madre e lo stato della 12enne

cyberbullismo, roma disabile picchiata,Ci sarebbe ben poco da dire a riguardo per chiunque, persino per una madre. La scena a cui ha assistito, seppur per pochi istanti (il tempo di fermarla) è indescrivibile. Pugni, calci, capelli tirati ed una maglietta strappata. Un trauma cranico e 21 giorni di prognosi per la 12enne. Motivo che ha mosso il genitore in un’unica direzione, quella della Procura. Contattato il Centro nazionale contro il bullismo, la donna assieme all’associazione, presenteranno denuncia. L’esposto sarà per stalking e lesioni volontarie. Poi toccherà alla Procura dei minori fare il resto. Nulla però potrà servire più di tanto alla ragazzina. Dopo le violenze infatti, a detta della madre, si è chiusa in se stessa. Non parla e non vuole sentire nessuno. Tutto a causa di un’insensata violenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici + undici =