Roma, picchia la moglie con la figlia di 3 anni in braccio: lei cerca rifugio in caserma nella notte

0
987
Roma picchia moglie, ragazzo sbranato coccodrillo, bambina rapita babysitter, bambino ingoia spillo, matrimonio rimborso, padre brucia figlio, avellino abuso minorenne, diana sedativi , 19enne violenta vicina, neonato ustionato padre, tomba alfreidno svastiche, Avellino aggressione moglie, napoli hashish figlio carcere, clienti molestia cameriera, bambino morto Kiev, sposa suicidio, napoli 12enne suicidio, Salerno 13enne muore, Benevento bimbo morto, incinta suicida, violenza napoli moglie, cane salva neonato, figlia abusi padre, figlia padre cappio, donna uccisa reddito, mamma strangola figli, ragazzo spinto treno, Suicidio 19enne biglietto, uccide marito, mamma cade balcone, Julia ituma video albergo, tazza franzoni, napoli donna balcone, padre investe figlia, gatto torturato, uccisa capra genitori, bimba ferita, mamma arrestata, cacciatore uccide cane

Roma picchia moglie ripetutamente nonostante la donna abbia la loro figlia in braccio. Riuscendo a scappare si rifugia in caserma. Qui scatta la denuncia contro l’uomo. Il compagno è stato allontanato dalla famiglia e posto in misura cautelare. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Frana Ischia, trovata la 12esima e ultima vittima: è della 31enne Mariateresa Arcamone

Roma picchia moglie: la figlia cantava per non sentirli 

Roma picchia moglie, lecce bambina molestata, picchia moglie telefono, segregata casa, 19enne violenta vicina, avellino abuso minorenneLe botte erano ad ogni ora del giorno, anche quando lei aveva la loro figlia di due anni in braccio. È quanto racconta la donna vittima di abusi alle Forze dell’Ordine dopo l’ennesima nottata di litigi e botte. Sono le storie di 3 anni di abusi ai danni della donna. Iniziati quando la coppia ha iniziato a convivere. Dalla violenza fisica tra cui capelli strappati, schiaffi, calci nonché lancio di utensili da cucina in faccia, gli abusi erano anche psicologici. La donna racconta di essere ripetutamente insultata. “Sei un cane, non meriti di stare in casa e non meriti nemmeno le chiavi”. Più volte l’avrebbe minacciata lasciandola fuori all’uscio di casa anche per tutta la notte. Non si fermava neanche quando la donna aveva la figlia in braccio. La piccola veniva più volte nascosta in camera dove cantava a squarciagola pur di non sentire le urla.

Ti suggeriamo come approfondimento – Shock nella mensa della scuola: chiodo trovato nel piatto di un bambino

Roma picchia moglie: la corsa in caserma nella notte 

feto strappato, roma picchia moglie Dopo l’ennesimo litigio finito con il massacro di botte, la donna decide di reagire e con la bimba in braccio scappa da casa nella notte. Si reca nel commissariato di San Basilio. Qui accolta dagli agenti racconta in lacrime gli anni di abusi. Subito sono state aperte le indagini per maltrattamento e l’uomo è stato fermato. Il tribunale in seguito al quadro allarmante descritto ha vietato all’uomo di avvicinarsi alla donna e alla figlia. Nelle ore successive è stata convalidata la misura cautelare all’uomo a cui è stato applicato un braccialetto elettronico per la geolocalizzazione.

Ti suggeriamo come approfondimento – Salerno, sta per sposarsi ma scopre di avere una moglie già da 8 anni

Roma picchia moglie: i commenti sul web 

napoli prostituzione, roma picchia moglie Sul web l’ennesima notizia di maltrattamento domestico viene prontamente commentata. Solidarietà per la donna e per la figlia di soli due anni che ha dovuto osservare impotente il supplizio della madre negli anni. La misura cautelare è stata criticata come una forma punitiva non sufficiente. “Certo!!lasciatelo libero, giusto il tempo di organizzare il prossimo agguato!!!ma si vuole capire o no, che certi esseri devono essere sbattuti in galera, senza perdere un minuto?a volte, anche un minuto è troppo!”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

11 + 19 =