Russia fallita, la decisione di Moody’s contestata dal Cremlino (e preannunciata da Washington)

0
61
russia default

Russia in default. Questa è la notizia battuta nelle ultime ore. Moody’s, il colosso dell’economia internazionale, lo ha dichiarato ufficialmente ieri nella notte, a mercati chiusi. Si tratta del terzo fallimento russo dal novecento a oggi. L’ipotesi, già ventilata nelle ventiquattro ore precedenti, è ora certezza. Ma cosa è successo? Vediamolo nel dettaglio.

Ti consigliamo come approfondimento – Russia, l’ex presidente Medvedev insulta i leader europei, il Cremlino tace (e acconsente)

Russia default: un secolo di “fallimenti”

Russia Putin Guerra Ucraina, russia defaultCorreva l’anno 1917. In piena rivoluzione comunista, i rivoluzionari presero una decisione molto grave. Visto che il debito era stato contratto dallo zar, per loro era lo zar a doverlo onorare. Poco importa se si trattava del debito pubblico, contratto per pagare lavoratori, esercito e spese pubbliche. Per loro doveva pagarlo personalmente Nikolaj Romanov.

È da allora che la Russia ha avuto un rapporto difficile con l’economia internazionale. Grande potenza militare, gigante d’argilla economico. Non a caso, le critiche mosse dagli anni cinquanta in poi erano di parassitare sulle risorse dei paesi occupati per alimentare l’economia interna.

Le difficoltà nel superare l’assetto sovietico, nella pesantezza di uno stato pachidermico nelle spese interne, ha portato anche a un default interno, nel 1998. Quello di ieri sera è il terzo fallimento dichiarato in 105 anni.

Ti consigliamo come approfondimento – Dopo la Russia, il pericolo è la Cina: filmati e foto di una base militare segreta armata fino ai denti

Russia default: la dichiarazione di Washington

Vaccino Usa trump bloccato joe biden, russia defaultPoche ore prima di Moody’s, ad anticipare il fallimento russo è stata la Casa Bianca. Ma l’ufficialità per il mondo della finanza è arrivato in serata.

Il Moex, l’indice della borsa russa, è stato tutta la mattina in lieve ribasso, continuando ancora nel pomeriggio a essere col segno meno. Si suppone che l’indice chiuderà con un valore in ribasso tra lo 0,2% e lo 0,3%, salvo imprevisti. Anche il cambio euro – rublo ha subito importanti variazioni. In mattinata, il valore è schizzato, salvo essersi normalizzato intorno alle 13.

La dichiarazione di fallimento è chiara: al 27 giugno, i detentori del debito russo non hanno ricevuto i pagamenti di cedole su due eurobond. Il valore complessivo è 100 milioni di dollari.

Ti consigliamo come approfondimento – La Russia sta lanciando attacchi hacker all’occidente?

Russia default: il rigetto da Mosca

pallavolista truffato, pos bloccati oggi, russia defaultSe però da un lato c’è chi parla di default annunciato, Mosca reagisce. Dal Cremlino arrivano critiche sia alla Casa Bianca che all’agenzia di rating. La crisi internazionale e le sanzioni, secondo Mosca, giocherebbero un ruolo fondamentale.

Il pagamento, infatti, sarebbe richiesto espressamente in dollari. C’è però un problema: le sanzioni hanno bloccato i pagamenti con valuta internazionale in Russia. Questo vorrebbe dire che il pagamento in dollari non può avvenire, ma può avvenire esclusivamente in rubli.

Questa circostanza pone ovviamente dei dubbi, ma rimane non verificata la solvibilità russa. Mosca, comunque, nei 30 giorni di garanzia non ha cercato di trovare un accordo per liquidare il debito.

Ma a livello internazionale la posizione è chiara: la Russia è considerata in default perché non è in grado di onorare i suoi debiti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sette − tre =