La Russia espelle 24 diplomatici italiani dall’ambasciata italiana a Mosca

0
834
Russia espelle diplomatici italiani

Russia espelle diplomatici italiani dall’ambasciata di Mosca. La notizia è stata anticipata dalla portavoce del Ministero degli Esteri, Maria Zakharova. La decisione sarebbe collegata all’espulsione di 30 persone tra diplomatici e funzionari russi allontanati dall’Italia.

Ti consigliamo come approfondimento-Di Maio: “Espelliamo 30 diplomatici russi”, Mosca s’infuria: “Decisione immotivata”
Russia espelle diplomatici italiani: parla Draghi

 

draghi benzina decreto, stop super green pass, decreto benzina, caro benzina decreto,La Russia ha deciso di espellere 24 diplomatici dall’ambasciata italiana a Mosca. Tale decisone è stata anticipata dalla portavoce del ministero degli esteri, Maria Zakharova, dopo la convocazione dell’ambasciatore italiano al ministero. Molto probabilmente tale decisione è stata presa in risposta all’allontanamento di 30 diplomatici e funzionari russi dall’Italia dello scorso aprile. Tale allontanamento venne deciso per ragioni di sicurezza nazionale. Ovviamente ci si aspettava una risposta da parte del Cremlino, che è arrivata. A seguito di tale decisione l’ambasciata italiana subisce un gravissimo danno sul piano dell’operatività. In merito alla vicenda è intervenuto il presidente del Consiglio Mario Draghi, durante la conferenza stampa con la prima ministra finlandese Sanna Marin. Il Premier Draghi ha detto: “La prima riflessione è che non bisogna interrompere i rapporti diplomatici. È un atto ostile. Non si devono interrompere i canali diplomatici perché attraverso quei canali, se ci si riuscirà, si arriverà alla pace”

Ti consigliamo come approfondimento-La Nato diventa l’arsenale dell’Ucraina, è ufficiale: la decisione di USA e UE

Russia espelle diplomatici italiani in risposta all’espulsioni di aprile

di maio diplomazia russa
Fonte immagini: Luigi Di Maio dal suo profilo Facebook ufficiale, Vladimir Putin da wikipedia.org

Come detto, lo scorso aprile, più precisamente il 5, vennero allontanati dall’Italia 30 diplomatici e funzionari russi. In merito a tale decisione era intervenuto il ministro degli esteri italiano, Luigi di Maio. Il ministro disse: “Tale misura, assunta in accordo con altri partner europei e atlantici, si è resa necessaria per ragioni legate alla nostra sicurezza nazionale. Nel contesto della situazione attuale di crisi conseguente all’ingiustificata aggressione all’Ucraina da parte della Federazione Russa.” Tale misura venne presa anche da altri paesi europei come Spagna, Francia e Germania. I motivi di tale espulsione sono ricondotte ad attività considerate pericolose per la sicurezza nazionale di tali Stati. Oltre all’Italia anche altri paesi europei hanno subito la medesima decisione. Infatti, sia Francia, Spagna e Germania hanno subito l’allontanamento di diplomatici da Mosca. Il governo russo ha deciso di allontanare 34 diplomatici francesi e 40 diplomatici tedeschi dalla Russia.

Ti consigliamo come approfondimento-Ucraina, commovente atto di umanità: gatto in fin di vita salvato da un incendio

Russia espelle diplomatici italiani: coesione nell’Ue

unione europea stellantisSecondo alcuni la decisione di allontanare i diplomatici russi presa dall’Italia e dell’Ue, lo scorso aprile, fu un errore strategico. Infatti, in questi giorni sono arrivate le risposte da parte del Cremlino. Il governo Russo ha deciso di allontanare alcuni collaboratori degli ambasciatori a Mosca. Come anticipato dal premier Draghi sarà necessario prendere una decisione comune tra i paesi dell’Ue. Infatti, molto probabilmente i paesi dell’Ue prenderanno decisioni univoche come fatto per le espulsioni di un mese fa. Secondo il ministero degli esteri russo i funzionari allontanati sono stati considerati persone non gradite. Difficilmente i paesi europei decideranno di inviare un numero di diplomatici a far tornare a pieno regime le ambasciate a Mosca. Sicuramente sembra più probabile l’ipotesi che si decida di mantenere lo stesso numero di diplomatici per tutti i paesi dell’Ue a Mosca.