Salvini su Durigon: “Nessun ritorno al regime”, ma evita risposte dirette

0
115
salvini durigon
Fonti: Matteo Salvini, dal suo profilo Facebook ufficiale; Claudio Durigon, dal suo profilo Facebook ufficiale

Salvini Durigon: il leader della Lega si è espresso sulla tematica creata dal sottosegretario dell’Economia lo scorso 4 agosto. Ha rinnegato qualsiasi tipo di desiderio di ritorno ai tempi del Fascismo. Ha dunque preso le distanza dal collega, ma non si è schierato con gli altri partiti. Senza toccare il tasso della sfidu: cia e delle dimissioni, la sua risposta è parsa a molti come uno slalom.

Ti consigliamo come approfondimento – Lega nei guai fino al collo: parco dedicato a Mussolini. Ipotizzata la sfiducia

Salvini Durigon: l’indignazione per la proposta fascista

lega parco mussolini
Claudio Durigon, dalla sua pagina Facebook ufficiale

Lo scorso 4 agosto, la città di Latina ha ospitato un convegno leghista messo in piedi da Claudio Durigon, sottosegretario dell’Economia. È lì che è nata una polemica che ha coinvolto non solo l’intera Lega, ma anche gli altri partiti politici. Durigon ha espresso il proprio desiderio molto prima della notte delle stelle cadenti. “Qualcuno ha voluto cancellare la storia di questa città con quel cambio di nome a quel nostro parco. Deve tornare a essere quel parco Mussolini che è sempre stato, sono state le sue parole. Poco dopo la sentenza, ha incontrato Matteo Salvini. Nell’occhio del ciclone, è stato accusato di voler fare ritorno al Fascismo non solo dal popolo, ma anche dagli altri politici. Quest’ultimi si sono immediatamente rivolti al MEF, ipotizzando una sfiducia e chiedendo e incoraggiando le dimissioni di Durigon. PD, M5S, LEU e Italia Viva si possono dunque definire inferociti e indignati, tutti coalizzati contro il sottosegretario dell’Economia.

Ti consigliamo come approfondimento – Renzi vs Biden, sull’Afghanistan: “Ha sbagliato, non si tratta con i talebani”

Salvini Durigon: il leader leghista risponde

lega coprifuoco
Matteo Salvini, dal suo profilo Twitter

La Lega non ha mai rilasciato alcuna dichiarazione riguardo alla spinosa faccenda. O, almeno, ha evitato i riflettori fino a oggi. Matteo Salvini, il leader del partito, è stato ospite a ‘Radio24′, dove per la prima volta ha espresso il proprio pensiero a proposito di Durigon. “Fascismo e Comunismo sono stati sconfitti dalla storia fortunatamente. Siamo in democrazia e continueremo a viverci. La libertà è un bene indisponibile, quindi nessuna nostalgia per nessun regime. Quel parco a Latina è stato per decenni intitolato al fratello di Mussolini, quindi non è nulla di nuovo ma non ci interessa il ritorno al passato. Siamo nel 2021, diritti e libertà non si toccano.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici − nove =