Il ministro Salvini annuncia una centrale nucleare a Milano entro il 2032

0
471
Salvini nucleare 2032
Dal profilo Twitter del ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini

Salvini nucleare 2032: il ministro delle Infrastrutture annuncia che nel 2032 potrebbe esserci la costruzione di una centrale nucleare a Milano. Tale progetto potrebbe avvenire mettendo insieme quattro ministeri, Imprese, Ambiente, Infrastrutture e Mef.

Ti consigliamo come approfondimento-Shock fuori a un cimitero: bara avvolta nella plastica e gettata nel cassonetto

Salvini nucleare 2032: centrale a Milano

Salvini Meloni elezioni,
Dalla pagina Facebook ufficiale di Giorgia Meloni

Il ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, propone la creazione di una centrale nucleare entro il 2032 a Milano. Salvini ha detto: “Il primo interruttore di una centrale nucleare in Italia potrà essere acceso nel 2032 se partiamo nel 2024. Ho chiesto ai tecnici del mio ministero sulla fattibilità del progetto. Da milanese la prima centrale la vorrei a Milano. Lo vorrei un reattore di ultima generazione nella mia città, perché sono convinto che sia energia pulita, sicura e costante. Il 2032 non è un anno a caso. Nel 2032, infatti, se tutto va come stiamo pianificando il primo treno passerà per la Torino-Lione. Lo stesso anno il primo treno viaggerà da Bolzano a Innsbruck in 25 minuti e un altro treno passerà sul Ponte sullo Stretto. Nel 2032 ci sarà anche il primo treno sulla metro che a Roma unisce l’altare della Patria con Roma Nord”.

Ti consigliamo come approfondimento-Terremoto Campi Flegrei: messaggio in caso di emergenza a tutti i cittadini di Bacoli

Salvini nucleare 2032: cooperazione tra i ministeri

salvini ucraina,
Dalla pagina Facebook ufficiale di Matteo Salvini

Il ministro ha poi detto: “Ci tengo a portarvi il convinto sostegno non solo della mia forza politica ma dell’intero governo. Vi partecipano tre ministri: io della Lega, Pichetto di Forza Italia e Urso di Fratelli d’Italia. C’è un’idea complessiva di sintesi. Ora cerchiamo di pianificare. Bisogna mettere insieme quattro ministeri, Imprese, Ambiente, Infrastrutture e Mef, occorre coordinarsi e darsi dei tempi”. Dura la reazione del deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, Angelo Bonelli. Infatti, ha affermato: “Utilizzare le energie rinnovabili come sole e vento richiede pochissimo tempo. Se c’è emergenza, perché non utilizzare delle fonti energetiche sicure, a costo più basso e senza dipendenza estera?”.