Salvini tuona: “Aprire dopo Pasqua. Gli Italiani devono lavorare”

0
154
Salvini richiesta riaperture

Salvini richiesta riaperture. Ennesima richiesta di Salvini di riaprire le attività per metà aprile. In un post su Facebook Matteo Salvini chiede al governo, di cui fa parte, di riaprire le attività. Le parole del segretario della Lega arrivano il giorno dopo la conferenza di Draghi e gli attacchi ricevuti dall’ex ministro Boccia.

Ti consigliamo come approfondimento-Colori regioni, in arrivo la nuova ordinanza: cosa cambia dal 29 marzo

Salvini richiesta riaperture: “Tornare a lavorare è il sostegno più utile”

Salvini richiesta riaperture
Fonte: ANSA

L’onorevole Matteo Salvini ripropone la linea di riapertura di tutte le attività dopo le feste di Pasqua. Il segretario della Lega in un post su Facebook ha voluto sottolineare la sua idea. Infatti, ha riproposto la possibilità di aprire fra dieci giorni nel caso in cui la situazione sanitaria fosse migliore. Ha voluto sottolineare che secondo lui sarebbe giusto riaprire bar, ristoranti, scuole, palestre, teatri e centri sportivi. Secondo il leader della Lega la possibilità di tornare a lavorare rappresenterebbe il sostegno più utile. Le parole di Salvini arrivano il giorno dopo la conferenza del Presidente del Consiglio Draghi e del ministro della Salute Speranza. Il premier Draghi ha risposto proprio ad un post precedente di Matteo Salvini dicendo che le riaperture saranno stabilite dai dati del contagio. Il premier ha inoltre sostenuto che il calo dei contagi sarà necessario alla riapertura delle scuole fino alla prima media.

Ti consigliamo come approfondimento-Sputnik, Draghi blocca De Luca: “Vaccino russo solo tra 3-4 mesi”

Salvini richiesta riaperture. L’ex ministro Boccia attacca Salvini

Salvini richiesta riaperture
Dalla pagina Facebook ufficiale di Francesco Boccia

Il segretario della Lega, inoltre, è stato anche attaccato dall’ex ministro Boccia. Il quale ha detto: “Le riaperture o le eventuali nuove restrizioni saranno decise non in base agli umori di Salvini. La salute degli italiani è una cosa troppo seria per essere gestita dall’istinto di qualche pifferaio magico sempre pronto a raccattare qualche voto o qualche applauso. La vita presenta sempre i suoi conti e se non si sta attenti sono conti amari. Se avessimo dovuto seguire le innumerevoli giravolte di Salvini avremmo avuto una catastrofe e una strage ancor più grave di quella che abbiamo vissuto nonostante la prudenza”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × 3 =