Samuele, il video Tik Tok shock in cui dice: “Ti butto giù perché sei una l..a”

0
165
Samuele video Tik Tok

NAPOLI – Samuele video Tik Tok shock. La morte del piccolo Samuele, che in un primo momento si pensava fosse accidentalmente caduto dal balcone, si ammanta di sfumature sempre più inquietanti. Dopo il fermo di ieri del presunto assassino Mariano Cannio, domestico presso la famiglia di Samuele, spunta anche un video del piccolo sul noto social.

Ti consigliamo come approfondimento – Fermato il domestico di famiglia per la morte di Samuele

La morte di Samuele da incidente a omicidio

Samuele video Tik TokLa caduta dal terzo piano del balcone in via Foria del piccolo Samuele di soli 3 anni avvenuta venerdì 17 ha avuto una svolta ieri con il fermo del domestico Mariano Cannio, di 38 anni. La testimonianza della mamma Ciappi Razzano è stata fondamentale per il pubblico ministero Barbara Aprea, della procura di Napoli, che ha poi disposto l’arresto del domestico. Poche e confuse le dichiarazioni di Mariano Cannio – probabilmente affetto da problemi psichici -, difeso dall’avvocato d’ufficio Carmen Moscarella. In un primo momento avrebbe infatti ammesso l’omicidio dovuto a un raptus improvviso, per poi ritrattare negando di averlo volutamente lanciato di sotto. L’uomo sarà comunque interrogato dal p.m. nella giornata di domani.

Ti consigliamo come approfondimento – Afragola, bambino rapito dal padre biologico. I genitori adottivi denunciano

Samuele video Tik Tok shock: “Ti butto giù perché sei una lota!”

video TikTok, Samuele video Tik Tok Il video, ora in possesso della Procura di Napoli per gli studi del caso, sarebbe stato registrato circa un anno fa dallo stesso Samuele Gargiulo e poi pubblicato su Tik Tok. Inquietati, o quanto meno premonitrici, le parole pronunciate dal bimbo, in un napoletano un po’ “sconnesso”: “Ti butto giù perché sei una lota”!

L’account Tik Tok su cui era stato pubblicato il video, che ora sta rimbalzando su tutti i social, è stato disattivato. Il video potrebbe essere una prova importante a carico di Mariano Cannio, la cui posizione ancora non appare chiara a un giorno dal suo fermo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dieci + 5 =