Sardegna, l’Istituto Superiore della Sanità smentisce prima diagnosi: non è colera

0
441
Sardegna no caso colera

Sardegna no caso colera: le analisi effettuate dall’Istituto superiore di sanità smentiscono si tratti di un caso di colera. Le analisi sul campione prelevato e isolato il 3 luglio scorso a Cagliari sono state effettuate dal Dipartimento di Malattie Infettive.

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, ragazzo prende a schiaffi la fidanzata in strada, ragazzi corrono in suo aiuto

Sardegna no caso colera: smentita dalle analisi dell’Iss

Colera anziano positivo SardegnaNessun caso di colera in Sardegna. Le analisi effettuate dall’Istituto superiore di sanità smentiscono che quello del settantunenne ricoverato a Cagliari sia un caso di colera. L’allarme era partito nei giorni scorsi a causa di un anziano di Arbus, ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Santissima Trinità del capoluogo sardo, che era stato trovato positivo al vibrione del Colera. Sottoposto a controlli e accertamenti medici mentre era ricoverato per altre patologie. Per l’uomo era arrivata la diagnosi di colera anche se le sue condizioni di salute erano comunque buone. Secondo l’Iss, però, il suo non è un caso di colera. Secondo le analisi effettuate su un campione di feci del paziente ricoverato, prelevato dall’Azienda Ospedaliero Universitaria di Cagliari. Infatti, è emerso che effettivamente il ceppo batterico che ha colpito il settantunenne appartiene alla specie Vibrio cholerae, ma non ai sierogruppi che causano il colera.

Ti consigliamo come approfondimento-Cane lasciato fuori la terrazza sotto il sole: morto straziato dal caldo

Sardegna no caso colera: risposta dell’Iss

Dalla pagina Facebook dell’Istituto Superiore di Sanità

Le analisi sul campione prelevato e isolato il 3 luglio scorso a Cagliari sono state effettuate dal Dipartimento di Malattie Infettive dell’Iss. Si tratta del laboratorio di riferimento nazionale, proprio per avere conferma della diagnosi di colera che però non è arrivata. L’Iss ha detto: “La conferma della diagnosi di colera deve essere eseguita secondo le indicazioni della definizione di caso stabilite da ECDC nel 2018. Ogni persona che presenti diarrea o vomito e da cui sia stato isolato un ceppo di Vibrio cholerae. Tale ceppo deve presentare gli antigeni O1 o O139. Infine, deve contenere anche il gene codificante l’enterotossina o l’enterotossina stessa”.

Ti consigliamo come approfondimento-Sardegna, 70enne positivo al colera: nessun allarmismo. Diverse ipotesi del contagio

Sardegna no caso colera: buone notizie

In questo caso tutti questi elementi non sono stati individuati. Quindi l’Istituto superiore di sanità non ha confermato il caso di colera in Sardegna. L’Iss spiega: “Il ceppo ritrovato è abbastanza comune negli ambienti acquatici salmastri. Normalmente non provoca sintomi. Pertanto, gli esperti del Dipartimento di Malattie Infettive hanno emesso risposta ufficiale. Non si conferma il caso di colera per quanto concerne il campione in esame”. Un responso accolto con sollievo da parte delle autorità sarde che per giorni hanno temuto il ritorno del colera sull’Isola dopo cinquanta anni. L’assessore della Sanità della Regione Sardegna ha detto: “Il ceppo batterico isolato nel paziente di Arbus non appartiene alle tipologie responsabili della maggior parte delle epidemie da colera” . Buone notizie anche sul fronte ospedaliero dove l’uomo ricoverato è in miglioramento. Inoltre, nessuno tra i familiari del paziente è stato contagiato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × cinque =