Scuola, sciopero no Green Pass dal 15 al 20 ottobre. La Nota del Ministero

0
117
sciopero scuola

Indetto sciopero scuola dal 15 al 20 ottobre. Lo rende noto il Ministero dell’Istruzione. Lo sciopero è stato indetto dall’associazione sindacale F.I.S.I. Si tratta di uno sciopero generale di tutti i settori pubblici e privati che durerà ad oltranza per 5 giorni. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Roma, manifestazione no green pass: attacco di estrema destra al Cgil

Sciopero scuola: la Nota del Ministero

sciopero scuola É stata pubblicata in serata la Nota Ministeriale che prende atto dello sciopero generale. “La Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento Funzione Pubblica – con nota DFP-65695-P05/10/2021, ha comunicato allo scrivente Ufficio che l’Associazione Sindacale F.I.S.I. – Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali – ha proclamato lo sciopero generale di tutti i settori pubblici e privati ad oltranza dalle ore 00,00 del 15 ottobre 2021 alle ore 00,00 del 20 ottobre 2021.” Una data non scelta a caso. Dal 15 ottobre sarà infatti obbligatorio per tutti i lavoratori di uffici pubblici e privati essere in possesso del Green Pass per poter lavorare. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Sciopero trasporti a Napoli, bloccati autostrada e porto. Traffico in tilt

Sciopero scuola: la replica della Commissione di Garanzia 

sciopero scuola, dl green pass obbligatorio
Dall’account Twitter Palazzo Chigi

Dopo l’annuncio ufficiale da parte dell’Associazione F.I.S.I, la Commissione di Garanzia ha richiesto la revoca del suddetto sciopero. I motivi indicati sono “il mancato rispetto della regola della rarefazione oggettiva, ai sensi dell’articolo 2, comma 2, della legge n. 146 del 1990 e successive modificazioni.” Infatti secondo le norme vigenti, uno sciopero generale deve essere istituito a distanza di 10 giorni da un altro, anche di altre organizzazioni. La Commissione di Garanzia fa quindi riferimento allo sciopero di trasporti avvenuto l’11 ottobre. Nonostante il sollecito alla revoca nel giro di 5 giorni, l’associazione sindacale non si è tirato indietro. Lo sciopero è stato confermato. Le amministrazioni che parteciperanno dovranno rendere pubblico il numero dei lavoratori che aderiranno nel corso di questa settimana. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 + 13 =