Scorta Conte, Fratelli d’Italia fa partire l’indagine per Olivia Paladino

0
1503
scorta Conte nuovo dpcm decreto natale
Fonte: profilo Facebook di Giuseppe Conte

Il ministero degli Interni annuncia un’indagine sull’intervento della scorta Conte per far uscire da un supermercato Olivia Paladino, la compagna del premier. Sul caso sta indagando la Procura di Roma a seguito della denuncia fatta da “Fratelli d’Italia” di Giorgia Meloni.

Ti consigliamo come approfondimento – Conte e la “missione Natale”: cosa ha in mente il Presidente?

Scorta Conte: cosa è accaduto?

scorta Conte
Fonte: profilo Facebook di Giuseppe Conte

La vicenda vede coinvolta la scorta di Conte che sarebbe intervenuta per permettere alla compagna del Premier, Olivia Paladino, di uscire da un supermercato, seguita da un inviato del programma “Le Iene” per un’intervista. Ed è proprio quest’ultimo, Filippo Roma, nella giornata del 28 novembre a essere stato ascoltato dai magistrati come persona informati sui fatti.

La relazione pervenuta al Viminale

Nella relazione che è pervenuta al Viminale viene spiegato che gli uomini della scorta si trovavano in “osservazione e controllo al di sotto dell’abitazione della compagna del premier”, in quanto il Presidente del Consiglio dei ministri si trovava nell’abitazione della signora Paladino. Uno degli agenti sarebbe stato poi chiamato da un addetto del supermercato che ha visto una donna in difficoltà. Trattasi proprio di Olivia Paladino, la quale era incalzata dalle domande dell’inviato delle Iene. Il poliziotto non avrebbe fatto altro che favorire l’uscita della donna dal supermercato. La signora Paladino sarebbe tornata al proprio appartamento a piedi e non a bordo della vettura della scorta.

Giuseppe Conte sarebbe stato informato dell’accaduto solo nel momento in cui è sceso dall’abitazione.

Ti consigliamo come approfondimento – Scuola a distanza, Conte ferma anche i concorsi con il nuovo DPCM

Le parole di Filippo Roma

Scorta Conte
Immagine presa dal profilo Facebook ufficiale di Filippo Roma

La ricostruzione che viene fornita al Ministero degli Interni, tuttavia, cozza con le parole del giornalista Filippo Roma, il quale fornisce una versione diversa rispetto a quella ministeriale. L’inviato delle Iene, ospite di Giletti a Non è l’arena, afferma che tra le 7 e le 11 sotto l’abitazione della compagna del Premier non ci fosse nessuno.

Mi sono appostato con il mio cameraman verso le 7, lei è uscita di casa alle 11. Per tutto il tempo, benché nascosti, abbiamo tenuto sott’occhio il portone dell’abitazione della Paladino. E davanti a quel portone non c’era nessuno, nessun uomo della scorta di Conte”.

Inoltre, per Filippo Roma sarebbe inverosimile che il premier si fosse trattenuto a casa della compagna fino a quell’ora. Soprattutto se si considera che mezz’ora dopo (alle 11.30, ndr.) sarebbe stato in collegamento a Palazzo Chigi per la cerimonia in onore di Willy Monteiro Duarte. “Quindi, probabilmente non stava a casa, stava già a Palazzo Chigi” ha concluso il giornalista.

Le opposizioni sulla scorta Conte

scorta conte
Dalla pagina Facebook di Matteo Salvini

Sulla vicenda si sono mosse anche le opposizioni: la Lega di Matteo Salvini vuole far luce sull’uso della scorta di Conte ritenuto improprio. Fratelli d’Italia ha sporto denuncia tramite Roberta Angelilli, ex europarlamentare dal 1994 al 2014, dal 2018 entrata a far parte del partito della Meloni.

Ovviamente, l’ultima parola spetterà ai pubblici ministeri che in questi giorni stanno indagando sulla vicenda. Saranno i magistrati a decidere se sia il caso di inviare o meno l’incartamento al tribunale dei ministri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro + 10 =