Scuole aperte d’estate, Governo decide: ragazzi devono studiare fino a luglio

0
170
draghi riapertura scuole

Scuole aperte questa estate – In dirittura d’arrivo è la nota ministeriale tramite le quale verrà definito il piano dei recuperi estivi. In questo modo, gli studenti potranno contare sulle scuole aperte durante il periodo estivo e approfittare di questa finestra per potenziare “gli apprendimenti e la socialità”.

Il piano sarà sorretto da una cospicua somma di denaro. Pare, infatti, che il Governo Draghi sia pronto a mettere a disposizione 510 milioni di euro per gli istituti scolastici.

Ti consigliamo come approfondimento – Scuola, verso i tamponi per alunni. Bianchi: “Così si ritorna tra i banchi”

Scuole aperte questa estate: un piano da 510 milioni di euro

Scuole aperte estate, scuole aperte questa estate
Foto dal profilo Facebook ufficiale di Mario Draghi

Nella giornata di ieri, le varie sigle sindacali erano state già informate sull’imminente pubblicazione della nota ministeriale e, soprattutto, sui fondi messi a disposizione. Nello specifico:

  • 151 milioni saranno dati – senza richiesta – ai vari istituti scolastici. Ogni scuola avrà una sovvenzione che varierà in base alla popolazione scolastica (si parla comunque di 18 mila euro a scuola);
  • 320 milioni di Pon sono indirizzati al recupero delle povertà educative;
  • Altri 40 milioni dalla legge 440 che il Ministero attribuirà alle scuole che aderiranno a un avviso emanato dal Ministero.

Come saranno ripartite le risorse fra le regioni? Le risorse messe a disposizione dal Governo saranno ripartite fra le zone del paese che mostrano delle maggiori difficoltà. Pertanto, saranno così ripartite:

  • 70% alle regioni del Sud;
  • 10% alle regioni intermedie;
  • 20% alle regioni del Nord.
Ti consigliamo come approfondimento – Scuola, domani si ricomincia: Governo Draghi a lavoro per lezioni estive

Quale sarà l’organizzazione delle attività?

scuole superiori campania, scuole aperte questa estateAnche le varie attività saranno scaglionate in modo differenti. Ad esempio, a giugno sono previste le seguenti attività:

  • Corsi di rinforzo e potenziamento degli apprendimenti;
  • Attività con laboratori;
  • Scuola all’aperto;
  • Studio di gruppo.

A luglio sono previste delle attività di aggregazione e socializzazione. Queste attività avranno:

  • Moduli e laboratori di educazione motoria e gioco didattico;
  • Laboratori di canto, musica, arte, scrittura creativa;
  • Moduli di educazione alla cittadinanza, alla sostenibilità, all’imprenditorialità e debate di filosofia.

Il Ministero ha voluto sottolineare anche che tali attività potranno essere svolte a scuola oppure in teatri, cinema, musei, biblioteche, parchi e centri sportivi. Tali corsi estivi vedranno coinvolti dei docenti volontari, pagati extra e di esperti esterni. Gli studenti, inoltre, non saranno gravati dall’obbligo di frequenza. 

Infine, a settembre è prevista la possibilità di organizzare, prima dell’avvio del nuovo anno scolastico, attività di accoglienza e accompagnamento. Tutto ciò, in vista delle lezioni in presenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 1 =