Scuole chiuse Campania: critiche ed elogi al modello De Luca

0
462
scuole chiuse campania

Scuole chiuse Campania: oggi una diffida della Codacons e un elogio da parte di un team di scienziati alla regione con le chiusure maggiori per quanto riguarda gli istituti scolastici.

Ti consigliamo come approfondimento – Scuola: il Governo sempre più indeciso sul ritorno in aula

Scuole chiuse Campania: la diffida di Codacons

Scuole chiuse Campania
Dalla pagina ufficiale del governatore Vincenzo De Luca

Sono ancora molte le polemiche attorno alla scuola. Alcuni sostengono l’importanza della didattica a distanza, altri invece ritengono che il ritorno fra i banchi sia vitale per gli studenti. Gli studenti della Regione Campania infatti sono costretti a studiare da casa già dalla seconda metà di ottobre, ben prima del decreto che prevedeva la chiusura delle scuole nelle regioni a zona rossa.

Per questo motivo il Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) si è scatenato contro la dirigenza della Campania. Una diffida per il governatore Vincenzo De Luca e per i sindaci dei cinque capoluoghi campani è arrivata questa mattina. Il motivo? La mancata riapertura delle scuole fino alla terza media a partire dal 9 dicembre scorso. “Questa è una battaglia di civiltà” sostiene Matteo Marchetti, Vicesegretario Nazionale di Codacons. “Siamo l’unica regione d’Europa a non aver mandato i propri figli a scuola. Tra l’altro una regione che ha una povertà educativa così alta da raggiungere livelli allarmanti”.

Ti consigliamo come approfondimento – De Magistris su Napoli: “Non voglio che la mia città finisca nel baratro”

Scuole chiuse Campania: per gli scienziati modello vincente

scuole chiuse campaniaNon solo critiche per gli amministratori della Campania. Sempre stamattina è stato diffuso un documento diretto al premier Conte, firmato da professori, docenti e membri della comunità scientifica. Nel documento viene elogiata la Regione per la gestione dell’emergenza Covid-19. “Non si può non rilevare che la Campania, dove si è disposta la chiusura in anticipo rispetto al resto del Paese, è presto uscita dalla classifica delle prime tre regioni per ricoveri e terapie intensive”, si legge. Insomma, una chiusura da molti contestata, ma che sembra essere stata la chiave per il contenimento dell’emergenza sanitaria nella regione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 − 4 =