Seggiolini auto salva bebè: come funzionano i sensori anti abbandono

Come un seggiolino High-Tech salverà la vita di tuo figlio.

0
499
seggiolini

I seggiolini salva bebè con sensori anti abbandono, dal prossimo anno, potrebbero essere resi obbligatori dalla Commissione Trasporti alla Camera. In particolare, saranno obbligatori per il trasporto di bambini con età inferiore ai 4 anni. La norma servirà per evitare le tragiche morti per soffocamento di quei bambini dimenticati in auto sotto il sole.

Questi incidenti sono provocati da quella che viene definita “amnesia dissociativa”. Nella mente dei genitori si instaurano falsi ricordi. Ci si convince di aver compiuto una determinata azione quotidiana, quando in realtà l’evento non si è mai verificato.

Seggiolini in commercio e funzionamento dei sensori anti abbandono

Seggiolino salva bebèAnche se la norma non è ancora in vigore, molte aziende hanno già progettato e prodotto sia dispositivi che seggiolini salva bebè con sensori anti abbandono.

Il seggiolino BebèCare prodotto da Chicco in collaborazione con Samsung, ha una funzionalità abbastanza semplice. All’interno del seggiolino è installato un dispositivo che si connette, via Bluetooth, allo Smartphone con un’apposita applicazione. Saliti in macchina, lo Smartphone e il seggiolino si connettono in automatico. Il seggiolino è dotato di sensori di pressione che intuiscono se è occupato oppure no. I sensori quando rilevano che il bimbo è a bordo, ma il conducente è andato via dall’autovettura, attivano due tipi di allarmi.

  • Il primo allarme scatta appena il telefono si allontana di qualche metro dall’automobile. Il seggiolino salva bebè, invia una notifica prolungata sullo Smartphone del conducente.
  • Il secondo allarme, scatta se il bimbo rimane sul seggiolino senza intervento. L’allarme consiste nell’invio di sms simultanei ai numeri di emergenza preimpostati sull’account, con relativa geolocalizzazione dell’autovettura.

“Aggiornare” i vecchi seggiolini

Seggiolino salva bebèEsiste, la possibilità di “aggiornare” il vecchio seggiolino utilizzando dispositivi esterni. Tali dispositivi, sono capaci di trasformarlo in un vero e proprio seggiolino salva bebè.

Il Dispositivo Remmy è dotato di un sensore di peso e viene installato direttamente sulla seduta del vecchio seggiolino. Alimentato dall’accendisigari dell’auto, grazie a un allarme sonoro e a un sensore di rilevamento, il sistema si attiva se allo spegnimento dell’auto un bimbo è seduto sul seggiolino.

  • Il Dispositivo Tippy è costituito da un cuscino anch’esso dotato di sensore di pressione avente le stesse funzionalità del Bebècare della Chicco.

Il costo, a seconda dei casi, va dai 60€ del Tippy ai circa 90€ del Remmy. Il massimo sono i 589€ del nuovo trio Style della Chicco.

Questo è solo un primo passo. Nei prossimi anni si potrebbe rendere al minimo il rischio solo quando le nostre auto saranno equipaggiate con dispositivi capaci di intervenire in autonomia in caso di pericolo per i nostri piccoli bebè, per lasciarli dormire sonni tranquilli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here