Separazione, clamorosa rivoluzione in arrivo: novità per i figli!

1
297
separazione

A settembre potrebbe verificarsi una vera e propria rivoluzione che riguarderà la giurisprudenza relativa al mantenimento dei figli in caso di separazione. Infatti in Parlamento si discuterà un DDL (Disegno di Legge) proposto dal Senatore leghista Pillon. Due saranno i punti oggetto di analisi: tempi paritetici con i figli e stop all’assegno di mantenimento per loro.

Separazione: tempi paritetici e doppia residenza. Si punta a superare l’affido esclusivo dei figli

separazioneNel DDL si afferma il diritto per il minore di trascorrere con entrambi i genitori tempi paritetici o equipollenti, salvi i casi di impossibilità materiale o di diverso accordo tra le parti. Nello specifico, il minore dovrà trascorrere almeno 12 giorni, pernottamenti inclusi, sia presso il padre sia presso la madre. Si avrà in questo modo, per i figli, una doppia residenza. Il Senatore Pillon spiega: “Quando i genitori sono conviventi non c’è uno dei due che è affidatario e l’altro che non lo è. Entrambi si prendono insieme cura dei figli. Lo stesso paradigma va applicato in materia di separazione e divorzio. L’educazione non si fa via internet, occorre la presenza”.

 Separazione: Stop all’ assegno di mantenimento per i figli

Probabilmente è questo il punto più delicato e che farà più discutere in aula. Il testo del DDL prevede che sarà abolito l’obbligo per un genitore di versare soldi all’altro genitore. Al mantenimento dei figli dovranno contribuire entrambi i genitori in maniera diretta. In caso di mancato o parziale accordo sarà compito di un giudice stabilire il mantenimento diretto. Questo sarà calcolato “sulla base del costo medio dei beni e servizi per i figli, individuato su base locale in ragione del costo medio della vita come calcolato dall’Istat”.

 Pro e contro delle possibili modifiche

Gli aspetti positivi possono essere riscontrati soprattutto nel fatto che entrambi i genitori, inseparazione caso di separazione, avranno una parte attiva nella vita dei propri figli. Sembrerà una considerazione banale ma sempre più spesso in casi del genere si è verificata una “prevaricazione” di un genitore sull’altro. Di contro i figli potrebbero perdere ulteriore stabilità dopo aver già vissuto il trauma della separazione dei propri genitori. Passare da una casa all’altra come “pacchi postali” sicuramente non sarà utile a una serena crescita del minore.

Voi siete favorevoli o contrari a queste nuove proposte? Dite la vostra…

1 commento

  1. Ma sono pazzi….vogliono togliere l’assegno di mantenimento ai figli? già troppi padri non pagano. Ora sono legittimati. Invece dovrebbe essere una colpa grave che dovrebbe essere presente nella fedina penale…ma qua si sta tornando indiretro?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here