Serie A al giro di boa: promossi e bocciati del girone di andata

0
53
Serie A

Si è concluso il girone di andata del campionato di Serie A che ha visto la Juventus di Cristiano Ronaldo campione d’inverno. Tante le sorprese, sia in positivo che negativo, tra le squadre e i calciatori. Vediamo i promossi e i rimandati di questo “primo quadrimestre”.

Leggi anche Dazn, da rivoluzione a – momentaneo? – flop! Tifosi furibondi!

Serie A: i promossi

La migliore di questa prima metà di stagione resta la Juventus. 8 punti di serie Avantaggio accumulati sulla seconda, 17 vittorie, 2 pareggi e nessuna sconfitta. Difficile se non impossibile fare meglio. Vantaggio rassicurante anche in vista della difficile sfida di Champions contro l’Atletico Madrid.

Promosso anche il Napoli di Ancelotti. In estate, sulla carta, partiva come terza-quarta forza complice un mercato non all’altezza. Ma se la Juventus non ha accumulato un vantaggio ancor più netto è merito degli azzurri. Una piccola macchia nel girone d’andata è sicuramente rappresentata dalla doppia sconfitta fuori casa contro le avversarie dirette Juventus e Inter.

Bene anche la Lazio (nonostante un mercato, anche in questo caso, quasi nullo), Sampdoria, Atalanta e Torino. Tutte molto vicine alla zona Champions e in piena lotta Europa League.

Sufficienza stentata per l’Inter. Terza ma ci aspettava molto di più. Preoccupa, anche per il futuro, il -14 dalla Juventus.

Serie ATra i singoli promossi a pieni voti Cristiano Ronaldo (scontato verrebbe da dire) e Piatek. Forse è proprio il polacco la vera sorpresa. Arrivato da sconosciuto, è stato capace di timbrare 13 goal in 19 partite. Solo uno in meno di Cr7.  In grande spolvero anche Mandzukic, Zapata e l’eterno Quagliarella. Non solo bomber però. Si sono distinti sicuramente Allan, Pellegrini , Zaniolo e Bentancur a centrocampo e i colossi Chiellini, Koulibaly ,Skriniar in difesa.

Leggi anche Calciomercato, ecco tutte le pagelle delle big del campionato

Serie A: i bocciati

Chi ha veramente deluso è il Milan. L’arrivo di Higuain aveva fatto alzare di tanto le aspettative. Ma squadra e giocatore sembrano essere caduti in un vortice oscuro. Caos Serie Asocietario, sanzioni dall’Uefa, incubo infortuni e Pipita sempre più nervoso. Da Milan-Juve in cui perse la testa facendosi espellere dopo aver sbagliato anche un calcio di rigore non è più lui. Solo 6 goal e desiderio sempre più forte di raggiungere il suo maestro Sarri al Chelsea. Se si vuole vedere il bicchiere mezzo pieno si può dire che i rossoneri, nonostante tutto, sono distanti solo un punto dal quarto posto.

Bocciata la Roma rivoluzionata dal mercato estivo. Tutti acquisti giovani e interessanti ma nelle nostre pagelle di mercato lo avevamo anticipato. Troppe scommesse! 

Male il Bologna al terzultimo posto e la Fiorentina caduta in un limbo. A oggi non sembra essere né carne né pesce.

Oltre Higuain bocciati senza dubbio il suo compagno di squadra Calhanoglu, Zaza (scommessa al momento persa dal Toro), Dzeko, Chiesa. Girone di andata da incubo per Nainggolan (distinto solo per infortuni e “disastri” fuori dal campo) e Simeone (soprannominato dagli allenatori di fantacalcio 5imeone)

La Serie A riprenderà sabato 19 gennaio. Ma prima potremo gustarci alcune gare di Coppa Italia e soprattutto la finale di Supercoppa Italiana Juventus-Milan, al netto di tutte le polemiche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here