Serie TV, le cinque a tematica LGBT che non puoi proprio perdere (anche se sei etero)

0
49
serie tv lgbt

In vista di giugno, mese del pride, le tematiche LGBTQIA+ iniziano a prendere piede. Sia sui social che sulle piattaforme di streaming. Molti sono a caccia di film e serie TV su queste tematiche. Ma quali sono le serie TV che trattano il tema in maniera centrale? Non serie come Elite o Sex Education, in cui l’omosessualità è presente ma non come tema centrale della storia. Vediamo dunque le migliori cinque serie tv lgbt “mainstream“.

Ti consigliamo come approfondimento – Sesso e serie TV: le 5 serie “hot” che non puoi proprio perderti

Serie TV LGBT: Glee

serie tvGlee rappresenta un modello per diverse generazioni. Il professor Schuester, interpretato dal cantante e ballerino Matthew Morrison, è il professore di spagnolo del liceo McKinley. Cerca in tutti i modi di riportare il Glee Club, gruppo di canto e ballo, a scuola. Ci riesce, con non poche difficoltà e malgrado i tentativi, molto cabarettistici, di intralcio della coach Sue Sylvester.

Diventato direttore del club, la storia del professore si intreccia coi patemi d’animo e coi problemi dei suoi studenti. Non solo il bullismo, ma anche la scoperta e l’accettazione di sé e dell’altro. La storia di Kurt Hummel, gay dichiarato che vive la difficoltà di bulli omofobi, e in alcuni casi gay repressi, La sua storia d’amore con Blaine Anderson, tra prese e lasciate. La storia di Santana Lopez, lesbica che cerca di nascondersi dietro a una maschera feroce, vivendo segretamente la storia d’amore con Brittany Pierce. Il tutto all’interno di un contesto sociale, la scuola prima, l’università e il lavoro poi, in cui si intrecciano storie, problemi e difficoltà. Insomma, l’omosessualità e i temi LGBT+ sono comprimari in tutte le stagioni.

Ti consigliamo come approfondimento – Netflix, ecco le serie TV più intriganti

Serie TV LGBT: Modern Family

Se “Glee” ha mostrato un aspetto molto adolescenziale portando con sé a una crescita e un’evoluzione dei personaggi, Modern Family è una splendida sit-com. Molto simpatica e particolare, questa serie mostra lo spaccato di un gruppo costituito da tre famiglie.

Il padre anziano che sposa la giovane straniera con cui ha un figlio, la coppia etero stereotipata di mezza età con tre figli e la coppia omosessuale da cliché che cresce una bambina. Molta simpatia ma anche un sostrato moraleggiante. Il commento dei personaggi della serie ai fatti, come in un confessionale, fa emergere tutti gli spaccati. Le crisi di coppia, le differenze di pensiero tra genitori e figli, le difficoltà di comunicazione.

Tutte realtà di qualsiasi nucleo familiare. Che però, sullo sfondo di un paesino statunitense, vengono amplificate fino al farsesco. L’amore nelle coppie vince sempre: sia sui figli che malgrado i conflitti interni. Sempre non senza un velo di ironia che coinvolge il pubblico.

Ti consigliamo come approfondimento – Matrimoni LGBT: una guida rapida su come scegliere il fotografo

Serie TV LGBT: Skam Italia (Netflix)

Skam è una serie molto chiacchierata. Fornisce uno spaccato tra il divertente, il drammatico e il tragico. Una tipica serie adolescenziale, il cosiddetto teen drama. Che offre, in questo caso, la prospettiva dei tipici problemi vissuti oggi dagli adolescenti. La serie Skam Italia è un reboot dell’omonima serie norvegese che si sta diffondendo in Europa, e non solo, come un vero franchise.

Proprio come “Skins”, la serie affronta le problematiche adolescenziali. Ma in questo caso in maniera “selettiva”. Ogni stagione infatti affronta una tematica. E la seconda stagione è proprio quella relativa al mondo LGBTQIA+. La storia di Martino, che capisce di essere gay, che si innamora di Niccolò, un ragazzo fidanzato con una ragazza. La sua frustrazione nel dover nascondere questo amore e la sua sessualità per paura di essere giudicato e allontanato dai suoi amici. Le difficoltà di un amore pieno di ostacoli e problemi.

Una storia d’amore che nasce nella seconda stagione, di cui è portante, ma che si sviluppa fino alla quinta stagione, la cui pubblicazione parrebbe essere programmata per quest’anno.

Ti consigliamo come approfondimento – Baby e Skam: ecco le serie TV che parlano di sessualità e disagio sociale

Serie TV LGBT: Love Victor (Disney+)

serie tv lgbtPoteva mancare una serie tv lgbt in salsa Disney ed estremamente politically correct? No, non poteva! Ecco quindi che la nota casa, dopo aver acquisito i diritti del fortunato film “Tuo, Simon” (Love Simon il titolo originale), ha voluto creare uno spin-off.

Anche questo, classico teen drama all’americana. Victor, adolescente di origine ispanica, si trasferisce in un altro paese americano. Si iscrive nella stessa scuola che è stata di Simon Spier, il protagonista del film. Inizia a chattare (verosimilmente tramite Instagram) con Simon ormai diplomato e gli rivela tutti i suoi dubbi.

La presa di consapevolezza della propria omosessualità, la difficoltà di accettarsi, soprattutto in contesti culturalmente e socialmente complessi. La difficoltà di fare coming out tra amici, in famiglia, a scuola. La complessità delle prime relazioni adolescenziali. L’approccio al mondo del sesso per un adolescente. Tutte tematiche trattate dalla serie, di cui è attesa tra qualche settimana l’uscita dopo, comunque, un grande successo.

Il trailer ufficiale della serie TV:

 

Ti consigliamo come approfondimento – Crollo Netlix: abbonamenti in calo malgrado l’aumento di gradimento. Che succede? 

Serie TV LGBT: Heartstopper (Netflix)

Arriviamo al “pezzo forte” delle ultime serie tv lgbt. Questa serie, di cui è uscita la prima stagione a fine aprile, è ispirata ai primi due capitoli di una omonima graphic-novel molto diffusa.

Ambientata negli UK, la storia parla di Charlie, un giovane che ha fatto coming out e che è stato anche bersagliato da diversi bulli. Assieme a lui gli immancabili amici nerd un po’ ai confini della comunità scolastica e un’amica transgender. La serie inizia col più classico dei colpi di fulmine scolastici: la cotta per Nick, il ragazzetto acqua e sapone un po’ sportivo che è per tutti assolutamente etero.

La storia della loro amicizia, che si trasforma nel corso della storia, si intreccia con l’amore di Elle per Tao, con quella tra Tara e Darcy – le due amiche lesbiche di Elle. Si intreccia anche con le discriminazioni che dei bulli riservano a Charlie, con Ben, che viveva una relazione segreta tossica col protagonista e che poi gli diventa incredibilmente ostile. Si intreccia con la presa di consapevolezza della sessualità e col terrore del giudizio altrui.

Della serie, che da un mese impazza su Netlix, già i fan chiedono la seconda stagione che potrebbe riguardare il terzo capitolo della grafic novel della britannica Alice Oseman.

Il trailer ufficiale della serie:

 

E tu che serie LGBT conosci o consiglieresti? Faccelo sapere nei commenti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici − 7 =