Orrore a Shangai, autorità uccidono gli animali domestici dei positivi al Covid

0
269
shanghai animali domestici

Shanghai animali domestici abbattuti dalle autorità che si occupano di controllare i cittadini positivi. Cani e gatti vengono abbattuti. Succede quando il loro padrone si infetta. Le immagini di operatori che uccidono cani o di decine e decine di gatti intrappolati nelle buste sta facendo il giro del web. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Shanghai, 20mila casi Covid al giorno: bambini piccoli costretti a separarsi dai genitori

Shanghai animali domestici: le foto diventano virali 

Shanghai animali domestici Shanghai è in un duro lockdown da diverse settimane. Le severissime restrizioni imposte ai cittadini dagli operatori sanitari e dalle forze dell’ordine stanno provocando violente proteste. Oltre a non poter uscire nemmeno per fare scorte di cibo, tra le ultime barbarie in atto ci sono anche le uccisioni di animali domestici. Cani e gatti di persone positive vengono estratti dalle case dei cittadini infetti e abbattuti in strada all’istante.

A documentare la tragedia il video di una residente. Che dal balcone filma un operatore sanitario che picchia a morte un cane di razza Corgi. Inoltre in un altro video si vedono almeno quattro enormi sacchi in cui vengono intrappolati decide e decine di gatti domestici. Per essere trasportati in luoghi ignoti dove verrano con ogni probabilità abbattuti. Nessuno delle autorità governative centrali ha commentato le immagini. Che sono già diventate virali sul web. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Cina, cittadini in lockdown rimangono senza cibo: la nuova ondata Covid

Shanghai animali domestici: i commenti dei residenti 

Al momento Twitter è la principale piattaforma dove i residenti di Shanghai protestano e denunciano le loro condizioni al resto del mondo. Riguardo al video del cane ucciso diventato virale, su Twitter è il proprietario stesso del povero animale a parlare. “Speravamo di lasciarlo libero come un cane randagio. Non volevamo che morisse di fame.  Non ci saremmo mai aspettati che sarebbe stato picchiato a morte nel momento in cui ce ne eravamo andati”.

L’operatore che si vede nel video si è difeso dicendo che il proprietario del cane verrà risarcito dopo che si sarà negativizzato. Una dichiarazione che ha solo fatto indignare di più tutti i possessori di un animale domestico. Un utente sul social network cinese Weibo scrive. “Sono furioso che mi viene da piangere. Questa è Shanghai? Che diavolo stanno facendo?”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Cina invia aerei e missili in Serbia, alleata della Russia: la Nato è in allerta

Shanghai: i racconti dei cittadini italiani in quarantena 

shanghai animali domestici, lockdown coronavirus lockdown italia, lockdown natale, lockdown non vaccinatiSelvaggia Lucarelli ha recentemente intervistato un’italiana che vive a Shanghai e che parla anche della situazione degli animali domestici. “Sta succedendo. L’altro giorno sui social di qui. Weibo e WeChat, girava ovunque il video di un addetto sanitario del governo in tuta bianca che picchiava a sangue un cane corgi per strada. Secondo una delle ricostruzioni più attendibili il proprietario, prelevato dal suo appartamento perché positivo, lo aveva liberato in strada. Confidando nel fatto che qualcuno dei vicini si sarebbe occupato di lui in sua assenza”. La gente disperata urla dai balconi delle case. E i droni che passano per i quartieri invitano la popolazione a non urlare per evitare di aumentare il contagio. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 1 =