Sigarette elettroniche e IQOS: tutti i rischi del “nuovo fumo”

0
906
sigarette elettroniche sigarette

Negli ultimi anni, in concomitanza con studi e sensibilizzazioni connessi ai rischi che il fumo di sigaretta comporta, si stanno affermando modi alternativi di fumare. Sigarette elettroniche, conosciute anche come e-Cig, e IQOS avanzano sempre più sul mercato. Da un lato questo nuovo trend, in alcuni casi, aiuta i fumatori a troncare i rapporti con le amatissime bionde. Dall’altro, però, non sono ancora chiari gli effetti sul corpo e sulla respirazione. I risultati di un nuovo studio, pubblicato sulla rivista European Respiration Society, sono inaspettati.

Ti consigliamo come approfondimento – Tumori: il vaccino anticancro per l’uomo è realtà e funziona

Sigarette elettroniche e IQOS: caratteristiche e funzionamento

sigarette elettronicheLe sigarette elettroniche sono dispositivi elettrici che, grazie a una scarica di corrente elettrica, riscaldano una resistenza. Questa a sua volta, arrivando ad alte temperature, provoca l’ebollizione dell’e-Liquid e la sua conversione in vapore, che viene inalato dal fumatore. I liquidi contengono numerose sostanze, come glicole propilenico, glicerolo e aromi che, si ricorda, devono essere identificati dalla Normativa Europea.

Le IQOS sono invece dispositivi heat-not-burn. Significa che contengono tabacco reale ma permettono di assumerlo senza che avvenga il processo della combustione, cioè senza bruciarlo. Questo è possibile perché IQOS riesce a riscaldare lo stick di tabacco al suo interno fino alla temperatura di 350°. In questo modo genera un aerosol che può essere fumato.

In entrambi i casi, dunque, il fumatore potrà assumere nicotina senza sfruttare il processo della combustione. Proprio per questo, è opinione comune che questi nuovi modi di fumare siano meno dannosi per la salute.

Ti consigliamo come approfondimento – Caffè dannoso per il cuore? La scoperta di due studi australiani

e-Cig e IQOS, lo studio

diabete tatuaggi sigarette elettronicheLa ricerca, coordinata dal dottor Sukhwinder Singh Sohal e altri studiosi, è stata condotta, almeno per il momento, solo in vitro. Per il test sono state utilizzate cellule di epitelio bronchiale umano e cellule muscolari liscee di vie aeree umane. Il test ha messo a confronto le tradizionali sigarette Marlboro Red (contenenti 1,2 mg di nicotina), IQOS (con stick contenente 1,4 mg di nicotina) e il vapore di un modello e-Cig (con liquido contenente 1,2% di nicotina).

Si è scoperto che, esponendo le cellule a concentrazioni crescenti (1%,5%,10%) di fumo di sigaretta, i livelli di tossicità erano gli stessi delle IQOS, a concentrazioni identiche. Un risultato diverso per le e-Cig, che comunque hanno mostrato livelli di tossicità, ma soltanto a concentrazioni più alte (5%,10%). In ogni caso, tutte e tre le sostanze provocano infiammazione polmonare. Inoltre, influenzano sia il metabolismo delle cellule che le loro componenti strutturali.

Ti consigliamo come approfondimento – Tumori: nasce a Napoli il primo ambulatorio oncologico gratuito

Il parere dell’OMS

sigarette elettronicheL’Organizzazione Mondiale della Sanità si è espressa chiaramente sull’utilizzo delle sigarette elettroniche, cercando di sensibilizzare il pubblico, sempre più folto, dei nuovi fumatori. Nel suo Rapporto sul fumo del 2019 si è dichiarata contraria alle nuove tendenze. Per l’OMS, infatti, i nuovi prodotti “non sono privi di rischi e l’impatto a lungo termine sulla salute e sulla mortalità è ancora sconosciuto“. Proprio per questo, ha sollecitato un aumento dei servizi per chi vuole smettere di fumare.

L’avanzata sul mercato dei nuovi prodotti da fumo è praticamente inarrestabile. Si stima che tra soli cinque anni le e-Cig soppianteranno il mercato delle bionde, con un fatturato di ben 10 miliardi di dollari. Le IQOS, invece, attualmente nel nostro Paese hanno un pari livello di mercato rispetto ai sigari. Il paradosso è preoccupante: più che aiutare a smettere di fumare, sembra che i nuovi prodotti stiano aumentando le dipendenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here