Sindrome premestruale maschile: anche gli uomini hanno il ciclo

0
87
sindrome ticket sanitario

Stanchezza, irritabilità, fame cronica e sbalzi d’umore vi ricordano qualcosa? Sì, sono tutti i sintomi della fase premestruale in una donna. A quanto pare, però, non solo. Recenti indagini scientifiche hanno portato a galla una nuova e bizzarra rivelazione: anche gli uomini risentono della sindrome premestruale.

Ti consigliamo come approfondimento: 10 cose che le donne dovrebbero sempre ricordare sulla loro intimità

Sindrome premestruale maschile: cosa si intende?

sindromeCapita di sentir dire ad un uomo particolarmente nervoso o affamato “Anche tu hai il ciclo?”. Ebbene, la scienza da ufficialmente la notizia. È stato scoperto che anche gli uomini soffrono dei disturbi che caratterizzano la fase premestruale di una donna.

Tutto nasce da un sondaggio istituito da un noto sito inglese che ha rilevato l’esistenza della sindrome premestruale negli uomini. Su 2412 soggetti maschili intervistati, circa il 26% ha dichiarato di soffrire dei sintomi del ciclo almeno una volta al mese.

Il 56% degli uomini soffre di irritabilità, il 51% di stanchezza, il 47% di uno strano appetito e il 43% nota un aumento della sensibilità. La notizia, inoltre, è stata confermata anche da alcuni medici.

Il professore Peter Schlegel, presidente del Dipartimento di Urologia alla New York-Presbyterian and Weill Cornell Medicine, ha dichiarato che anche gli uomini hanno cambiamenti ormonali. Rispetto alle donne, però, le cui fluttuazioni ormonali regolari cadono ogni mese, negli uomini sarebbero quotidiane. Il livello di testosterone può arrivare a cambiare anche tre volte al giorno.

Ti ricordiamo come approfondimento – Alex Schiller: “I napoletani lo fanno meglio”

Cosa prova l’uomo?

sindromeIl termine corretto per identificare la sindrome premestruale maschile sarebbe Irritable Male Syndrome, ovvero sindrome dell’uomo irritabile. Il termine è stato coniato dal biologo Gerald Lincoln, intento in tutt’altra ricerca sui mammiferi. I sintomi, simili a quelli della fase pre-ciclo di una donna, spaziano dal nervosismo all’irascibilità.

I livelli di testosterone variano molte volte in una sola giornata. Non è chiaro quali siano le motivazioni di questi cambiamenti ormonali, nonostante siano abbastanza tracciabili: più alti di mattino e più bassi di notte. Questo vuol dire che, se chiedessimo a un uomo se ha il ciclo, non dovrebbe più meravigliarci una risposta affermativa. Anzi, bisognerebbe essere comprensivi per i suoi sbalzi d’umore.

Ti consigliamo come approfondimento – Amore e social: piccola guida alle relazioni nel mondo di oggi

The Irritable Male Syndrome

sindromeNel 2004 Jed Diamond, psicoterapeuta statunitense, ha scritto e pubblicato l’omonimo libro sulla cosiddetta “sindrome premestruale maschile”. Lo psicoterapeuta parla di una condizione di sofferenza, di uno stato di ipersensibilità e frustrazione. Oltre a essere frutto di alterazioni ormonali, questa condizione è dovuta anche all’intervento di fattori esterni, che comportano un’elevata dose di stress. Con uno studio condotto su oltre 10000 uomini, Diamond ha inoltre istituito un sito dedicato alla IMS, nel quale è possibile compilare un questionario per scoprire se e di quale tipologia di sindrome si parla.

Diamond, inoltre, è certo che tutti gli uomini ne soffrano. Il problema, dunque, è di tipo culturale, in quanto si attribuisce la sfera biologica, fisica e umorale legata al ciclo ormonale solo al genere femminile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here