Sorelle violentate in casa, i genitori si difendono: “Accuse fatte per ripicca”

0
830
bambina seppellita Napoli bambina maltrattata, roma pugile balcone, Bill Cosby aggressione sessuale minorenne,

Sorelle stupro Palermo, i genitori delle due vittime si difendono da ogni accusa. Il nonno e lo zio si avvalgono della facoltà di non rispondere. L’avvocato dei genitori richiede la scarcerazione dei suoi assistiti. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Mattarella: violenza sulle donne è barbarie sociale ma Meloni difende Gianbruno

Sorelle stupro Palermo: le dichiarazioni dei genitori 

Viterbo quattordicenne frustata, milano violenze capodanno, roma pugile balcone, sorelle stupro palermo La madre è la prima a difendersi pubblicamente dalle accuse delle figlie. La più piccola delle due vittime avrebbe rivelato ad una sua insegnante che dopo gli abusi familiari, in un occasione la madre le avrebbe dato la pillola del giorno dopo. La donna però si difende dicendo di essere all’oscuro. “Se avessi saputo quello che accadeva mi sarei mossa immediatamente. Mi sono resa conto solo quando la scuola si è attivata. Sono sempre stata attenta, per me queste accuse sono un fulmine a ciel sereno”. Il padre inoltre avrebbe dichiarato di non aver mai toccato le figlie. Le accuse sarebbero da lui giustificate come un “dispetto”. Le figlie lo avrebbero punito per il suo arresto precedente per reati contro il patrimonio. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Stupro su due sorelline: vittime di violenze per 10 anni. Arrestati nonno, zio e genitori

Sorelle stupro Palermo: gli altri due familiari accusati 

Palermo stupro gruppo chat,sorelle stupro palermo Mentre i due genitori hanno già trovato un avvocato che difende la loro posizione, lo zio e il nonno accusati si avvalgono della facoltà di non rispondere. Tutti sono ancora in carcere, anche se la difesa chiede al giudice la scarcerazione dei loro assistiti. La difesa ha presentato ricorso al giudice affermando che i racconti delle violenze presentano discrepanze a livello temporale, nonché incongruenze sui luoghi. Sarà il giudice a decidere se ammettere il ricorso e procedere con la scarcerazione. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Pozzuoli in fiamme: bruciano capannoni. Si teme per la dispersione di amianto

Sorelle stupro Palermo: le condizioni delle due ragazze

Pakistan castrazione stupratori,sorelle stupro palermo Secondo gli ultimi aggiornamenti le due ragazze di 13 e 20 anni sarebbero stati spostati in una casa famiglia. Saranno ora gli assistenti sociali ad accudire le due sorelle in attesa di uno sviluppo nelle indagini.