Green Pass, Speranza sul costo dei tamponi: “Proviamo ad abbassarlo”

0
150
speranza prezzo tamponi
Fotografia del Ministro Roberto Speranza, fonte: dalla sua pagina Facebook ufficiale

Speranza prezzo tamponi: il Ministro della Salute si è dimostrato molto ottimista riguardo l’attuale situazione sanitaria italiana. La percentuale di popolazione vaccinata tocca quasi il 70%. A questo numero, spetterà di diritto il Green Pass – ma come faranno le persone non ancora immunizzate? La soluzione è abbassare il prezzo dei tamponi.

Ti consigliamo come approfondimento – Incidente bus Capri, un passeggero rivela: “Emanuele è morto per salvarci”

Speranza prezzo tamponi: “C’è un lavoro in corso”

speranza vaccini estate speranza farmaci
Dal profilo Instagram del ministro Roberto Speranza

A partire dal 6 agosto, in Italia sarà obbligatorio possedere il Green Pass per poter svolgere qualsiasi attività quotidiana. Dal gustare un buon piatto in un ristorante a emozionarsi davanti al maxi-schermo di un cinema, ma non per entrare in negozi per fare acquisti. Non comporta alcun cambiamento per quel 65% di popolazione vaccinata (di cui il 57% con seconda dose). Ma come possono, le persone non ancora immunizzate, svolgere tali semplici attività? Necessitano di sottoporsi a un tampone, che deve obbligatoriamente risultare negativo, entro le 48 antecedenti al suddetto evento. Ma i tamponi hanno un costo. Pertanto, nelle scorse ore il Ministro della Salute Roberto Speranza si è espresso su tale questione. “C’è un lavoro in corso con il Commissario Figliuolo, ha rassicurato. “E con tutte le organizzazioni dei farmacisti per provare a contenere maggiormente i prezzi dei tamponi.”

Ti consigliamo come approfondimento – Covid, muore bimba di 11 anni. La madre: “Non siamo riusciti a vaccinarci”

Speranza prezzo tamponi, ma cos’è il Green Pass?

Covid test MinisteroIl Ministro Speranza si è dimostrato, ancora una volta, fiducioso nei progressi contro il Covid-19. La parola chiave dei suoi discorsi è ‘cautela’, anche se il programma di vaccinazioni sta procedendo molto bene. Va utilizzata anche una volta ottenuto il Green Pass, di cui tanto si sta parlando di recente. Ma di preciso, che cos’è? Chiamato anche certificazione verde, è un documento digitale che può essere anche stampato. Serve ad attestare le seguenti condizioni:

  • Aver ricevuto il vaccino anti-Covid-19;
  • Negatività a un test molecolare o antigenico nelle ultime 48 ore;
  • Aver contratto il Covid-19 ed esserne guariti negli ultimi sei mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

7 − quattro =