Spoleto, il mistero della posta mai consegnata: sgamato il ladro di raccomandate

0
325
spoleto posta mai consegnata

Spoleto posta mai consegnata. La denuncia degli abitanti del Comune umbro nei confronti di Poste Italiane ha indotto le autorità ad aprire un’indagine bizzarra. Migliaia di lettere sigillate sono state ritrovate tra le mani di una postina, che da mesi a questa parte ha solo fatto finta di compiere il proprio lavoro. Ora la colpevole rischia un procedimento penale.

Ti consigliamo come approfondimento – Carro funebre cade da un dirupo: clamoroso incidente in Emilia-Romagna

Spoleto posta mai consegnata: la denuncia dei cittadini

Poste Italiane crash
Fonte: pagina Facebook di Poste Italiane

Ci troviamo a Spoleto, in Umbria. Sono diversi mesi che gli abitanti del Comune riscontrano un particolare disagio: nessuno di loro riceve più la posta. Non si tratta di pacchi dei corrieri o corrispondenze di grande valore economico. Ma di lettere ordinarie, raccomandate, bollette, comunicazioni varie e quant’altro. È in questo modo che Poste Italiane comincia a ricevere una serie di ininterrotti reclami formali. L’azienda avvia al più presto un’indagine interna per tentare di fare chiarezza, ma tutto sembra andare per il verso giusto. Così la denuncia si estende all’Arma dei Carabinieri, autorità ben più grande. Sono mesi di lunghissimo lavoro per gli investigatori, impegnati nel rintracciare tutte le lettere mai consegnate. Di una cosa sono certi: non possono essere sparite nel nulla.

Ti consigliamo come approfondimento – Imprenditore regala 1500€ ai suoi 42 dipendenti: “Quindicesima di Pasqua”

Spoleto posta mai consegnata: sgamato il ladro di lettere

palazzo baronaleLettere che partono ma che non arrivano mai – cosa succede alla metà del loro percorso? Questa la domanda che ha assillato gli investigatori impegnati nell’indagine iniziata da Poste Italiane. I sospetti si sono incentrati tutti su una postina, 50 anni, che hanno poi condotto gli agenti al suo monitoraggio. Nella sua automobile sono state ritrovate delle buste di plastica contenenti la posta scomparsa. Ma non è tutto: anche l’abitazione della donna è piena di lettere private mai finite nelle cassette postali dei destinatari. La postina è stata denunciata per violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza. Ora rischia un processo penale.

Ti consigliamo come approfondimento – Afragola, anziana resta senza cibo per 2 giorni. Carabinieri cucinano per lei

Dalle indagini in strada ai fornelli di casa: le buone azioni dei Carabinieri

anziana sola
Fonte: Facebook

Spesso e volentieri, i Carabinieri sono impegnati in indagini faticose e pericolose. Chi fa questo mestiere dev’essere pronto a tutto… anche a telefonate da parte di anziani affamati! Succede ad Afragola, provincia di Napoli. Una donna, ultraottantenne e vedova da diversi anni, chiama il 113 per segnalare la propria situazione. Vive da sola, è rimasta senza cibo e per questo non mangia da due giorni; inoltre non prende più le pillole che le ha prescritto il medico, poiché non ricorda più le dosi da assumere. I Carabinieri non esitano a inviare due agenti sul posto. Le fanno da mangiare, anche se una semplice insalata e della frutta sono cibi di fortuna. Subito dopo mettono tutto in ordine e la aiutano a ingerire i suoi medicinali. Ma il loro compito non finisce lì. Si mettono in contatto con i Servizi Sociali affinché si possano prendere cura di lei. In modo che un episodio del genere non possa ripetersi più.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 1 =