Stalker ruba ceneri del cane. L’uomo allontanato da casa per le violenze

0
249
stalker ruba ceneri

Stalker ruba ceneri del cane per vendetta. Un uomo di 45 anni prima della convivenza era un uomo gentile, ma poi si è trasformato in un mostro violento. Dopo essere stato allontanato dalla casa vi ha fatto ritorno per rubarle i gioielli e l’urna delle ceneri del cane. L’uomo è stato arrestato e condannato a tre anni e un mese di carcere.

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, violenza shock: trentenne lancia il cane dal balcone. Denunciato

Stalker ruba ceneri del cane per vendetta

Omicidio bellisarioA Varese un uomo di 45 anni presentato come un gentiluomo molto premuroso aveva fatto innamorare una donna. I due dopo una breve frequentazione sono andati a vivere insieme, ma la situazione di convivenza non è andata come la donna sperava. Infatti, il 45enne, non appena sono andati a convivere, è diventato aggressivo sia verbalmente e fisicamente. Le aggressioni sono avvenute anche perché l’uomo fa uso di stupefacenti, cosa ignota alla donna in precedenza. Tra le tante aggressioni vi sono state anche minacce con un coltello e forzature ad eseguire giochi erotici . Dopo l’ennesima lite la donna ha deciso di allontanarlo dalla casa e di trasferirsi a casa di un’amica. Per diversi giorni l’uomo ha infastidito con telefonate e pedinato la donna, sperando di poter ritornare insieme.

Ti consigliamo come approfondimento-Violenza inaudita: tagliano le orecchie a un cane, gli aguzzini hanno solo 9 anni

Stalker ruba ceneri: arrestato e condannato per violenze

latina tentato omicidio,Un giorno però, approfittando dell’assenza dalla casa della donna, è entrato in casa, rompendo una finestra. Durante l’infrazione l’uomo ha rubato vestiti e gioielli della donna. Inoltre, ha orinato sul suo letto e ha rubato l’urna in cui c’erano le ceneri del cane della sua infanzia. L’uomo ha compiuto questo gesto solo ed esclusivamente con lo scopo di poter rivedere la donna. Fortunatamente la donna si è immediatamente rivolta alle Forze dell’Ordine che hanno dato inizio alle indagini. L’uomo è stato fermato dalla Polizia di Stato in un controllo di rutine, nel quale dopo ver mostrato i documenti è stato riconosciuto. L’uomo, quindi, ha tentato la fuga aggredendo i poliziotti con calci e pugni, ma invano. Infatti, in seguito è stato arrestato e rischia una condanna di tre anni e un mese di carcere. La donna, in seguito all’arresto, ha denunciato tutti gli episodi violenti subiti nel periodo di convivenza.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × tre =