Stefano D’Orazio è morto: addio allo storico batterista dei Pooh

0
428
stefano
dalla pagina Instagram di Roby Facchinetti

Il mondo della musica oggi è in lutto. Nella tarda serata di ieri, lo storico batterista dei Pooh, cantante e paroliere Stefano D’Orazio ci ha lasciato. A darne la notizia, attraverso Twitter, è stato l’amico Bobo Craxi, a cui si è poi aggiunta la conferma del collega e amico Roby Facchinetti.

Ti consigliamo come approfondimento – Johnny Depp licenziato da “Animali Fantastici”. Non sarà più Grindelwald!

Stefano D’Orazio: una vita fatta di musica

stefano
dalla pagina instagram pooh_ismylife

Il batterista dei Pooh, Stefano D’Orazio, classe 1948, si è spento ieri in tarda serata. D’Orazio era ricoverato da una settimana in ospedale e proprio ieri, mentre la situazione sembrava migliorare, è sopraggiunta l’orribile notizia. In diretta, durante il programma TV “Tale e quale show” Loretta Goggi ha dato l’annuncio in lacrime.

Sono fin da subito sopraggiunti messaggi da tutto il mondo della musica. Messaggi che si aggiungono a quello dei Pooh. Nel post firmato da Riccardo Fogli, Roby Facchinetti, Red Canzia e Dodi Battaglia si legge : “Abbiamo perso un fratello, un compagno di vita, il testimone di tanti momenti importanti, ma soprattutto, tutti noi, abbiamo perso una persona per bene, onesta prima di tutto con se stessa. Preghiamo per lui. Ciao Stefano, nostro amico per sempre..”

Ti consigliamo come approfondimento – Autoambulanze in fila: seconda foto da Palermo, ospedali vicini al collasso

Dai Pooh all’attività di imprenditore musicale: i successi di Stefano D’Orazio

Stefano
Instagram: sdoismylife

Stefano D’Orazio dal 1971 era il batterista dei Pooh e responsabile finanziario e manageriale del complesso. L’uomo però dal 2009 aveva deciso di dedicarsi all’attività di imprenditore musicale e autore di musical. Tra i vari titoli, ci sono anche successi come Aladin, Pinocchio e Mamma mia.

Un giorno mi sono reso conto che la favola con i miei colleghi che durava da tanti anni era finita. Ne parlai con loro che con grande compattezza ed amicizia mi hanno detto vai e segui il tuo cuore. Quando sono uscito dal gruppo con la loro benedizione mi sono ritrovato immerso in una sana noia, fin quando è arrivato il musical Pinocchio”. Queste le sue parole durante un’intervista a TV2000, in cui descrisse la sua ascesa anche da imprenditore musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × 5 =