Thailandia, ex poliziotto irrompe armato in un asilo e uccide 22 bambini

0
1245
Strage bimbi scuola Thailandia

Strage bimbi scuola Thailandia: un ex poliziotto ha fatto irruzione in una scuola materna e ha ucciso 22 bambini. La strage è avvenuta nel nord della Thailandia. L’uomo, dopo aver compiuto la strage, è tornato a casa e ha ucciso la moglie e il figlio prima di suicidarsi.

Ti consigliamo come approfondimento-Strage Texas: Amerie Jo, la bimba “eroe” morta mentre chiamava il 911 per salvare tutti

Strage bimbi scuola Thailandia: morti 22 bambini

In Thailandia un uomo ha attaccato un asilo e ha ucciso 34 persone, tra cui 22 bambini. La strage è avvenuta nella provincia di Nong Bua Lam Phu, nord della Thailandia. La strage sarebbe stata compiuta da un ex poliziotto armato di coltello e pistola. Il terribile episodio è avvenuto subito dopo pranzo, ora locale, mentre i piccoli dormivano. L’uomo, secondo le testimonianze raccolte dalle Forze dell’Ordine, è entrato nell’asilo e ha ucciso i bambini con un coltello. Dopo si sarebbe scagliato contro alcune maestre e collaboratori scolastici uccidendoli con la pistola. I bambini, all’interno della scuola, erano circa 30 anche perché a causa del maltempo erano rimasti a scuola. L’uomo sarebbe poi riuscito a fuggire dalla scuola e a raggiungere la propria abitazione. Non appena arrivato a casa avrebbe ucciso la moglie e il figlio, e poi pare si sia tolto la vita. Ignote le cause scatenanti della strage.

Ti consigliamo come approfondimento-Strage scuola di Uvalde: pubblicato il video shock. Polizia immobile per 77 minuti

Strage bimbi scuola Thailandia: indagini in corso

trans arresto droga, strage funivia eitanLa funzionaria distrettuale Jidapa Boonsom è intervenuta sulla vicenda. La Boonsom ha dichiarato: “All’inizio la gente pensava che fossero fuochi d’artificio. È davvero scioccante, eravamo molto spaventati e siamo corsi a nasconderci quando abbiamo capito che stavano sparando. Sono stati uccisi così tanti bambini, non ho mai visto niente di simile.” Dai social media sono stati postati diversi video in cui vengono mostrate le lenzuola che probabilmente coprono i corpi dei bambini. Inoltre, dai video si evidenziano anche diverse pozze di sangue. Sulla vicenda è intervenuto anche Il portavoce della polizia Paisan Luesomboon. Quest’ultimo ha dichiarato: “Era stressato perché aveva partecipato a un’udienza in tribunale per un caso di droga. Si era recato all’asilo per andare a prendere il figlio, che però non c’era. quando non è riuscito a trovare suo figlio si è stressato ancora di più e ha iniziato a sparare.”

Ti consigliamo come approfondimento-Strage in un campeggio: padre, madre e bimba di 6 anni brutalmente uccisi. Si salva il piccolo di 9 anni

Strage bimbi scuola Thailandia: dati possesso armi

RiformaIl tasso di possesso di armi in Thailandia è alto rispetto ad altri Paesi asiatici. Le cifre ufficiali, però, non includono l’enorme numero di armi illegali. Tra queste molte vengono introdotte illegalmente dai Paesi vicini spesso in conflitto. Le sparatorie di massa sono molto rare. Nel 2020 un soldato arrabbiato per un affare immobiliare andato male uccise almeno 29 persone e ne ferì 57. Se si analizzano i dati su possesso di armi a dominare la scena sono gli Stati Uniti. In Usa grazie al II Emendamento della Costituzione è autorizzata la detenzione. Bisogna pur dire che solo il 31% dei cittadini possiede un’arma. Ossia ci sono 120 armi ogni 100 abitanti, un dato alquanto allarmante. Il secondo Stato in questa classifica è lo Yemen, con 55 armi ogni 100 persone. In Italia le norme sul possesso di armi sono molto rigide e non è consentito facilmente tale possesso.