Salerno, studente simula omicidio in DAD e finge la morte: denunciato

0
225
Studente omicidio DAD

Studente omicidio DAD – Un 20enne universitario è stato denunciato per procurato allarme dal proprio professore. Ha simulato un omicidio durante la lezione telematica. Dopo l’allarme lanciato dal docente, i Carabinieri che sono stati allertati hanno scoperto lo scherzo di pessimo gusto.

Ti consigliamo come approfondimento – Denise Pipitone, svelati i dettagli della lettera anonima: “Io l’ho vista”

Studente omicidio DAD: una scena terribile

Studente omicidio DADStudente omicidio DAD – Un docente dell’Università degli Studi di Salerno stava svolgendo una lezione in didattica a distanza. Durante l’ora, un gruppo esiguo di studenti era collegato per seguire la materia. Ma, tra i tanti riquadri in cui erano presenti i ragazzi in videocall, uno è saltato agli occhi di tutti. Nella stanza in cui era collegato uno studente, ha fatto irruzione una persona incappucciata. La stessa, davanti alla telecamera, ha tirato fuori una pistola e sparato alla testa del ragazzo. Poi, di colpo, l’inquadratura è diventata vuota. È questa la scena terribile a cui si è trovato ad assistere il professore universitario durante la DAD. Anche tutti gli altri studenti collegati sono andati subito in panico, tra urla e gesti di disperazione. Il professore, che era collegato dalla sua abitazione di Roma, pensando si trattasse di un vero omicidio, ha allertato i Carabinieri.

Ti consigliamo come approfondimento – De Luca indagato: inchiesta su ecoballe e smaltimento rifiuti

Studente omicidio DAD: la simulazione e la denuncia

Studente omicidio DADStudente omicidio DAD – I Carabinieri hanno avviato tutti gli accertamenti del caso con i dati raccolti dal racconto del professore. Lo stesso ha descritto tutta l’orribile scena a cui ha assistito insieme agli altri alunni. In seguito, ha fornito anche le generalità del giovane. In poco tempo, le forze dell’ordine hanno raggiunto l’abitazione dello studente universitario. Sul posto, hanno scoperto che quello visto in DAD altro non era che uno scherzo di cattivo gusto. Il ventenne, infatti, era fortunatamente sano e in buona salute. Per questo motivo, è stato denunciato ai Carabinieri per procurato allarme.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × quattro =