Stupro Parco Verde, minaccia terrificante alle famiglie delle 12enni

0
754
Fonte Ansa

Stupro Parco Verde, “Stiamo subendo minacce dal quartiere” queste le parole agghiaccianti della madre di una delle vittime. La donna chiede a gran voce un incontro con Meloni senza intermediari. L’avvocato Pisani sottolinea volontà da parte della famiglia di scappare dall’orrore.

Ti consigliamo come approfondimento- Caivano, De Luca propone: “Ci vuole l’assedio militare per fermare i criminali!”

Stupro Parco Verde, nessun intermediario per l’incontro con Meloni

Meloni CdM Decreto Lavoro; reddito di cittadinanza nuove regole, Stupro Parco VerdeUna delle madri delle vittime ha affermato di voler incontrare la Premier senza intermediari per raccontare le proprie paure. Secondo l’avvocato Angelo Pisani si tratta di un grido di dolore della famiglia della 12enne. I genitori della vittima chiedono di mettersi in salvo. Vogliono una seconda possibilità per fuggire dall’inferno. Clara Niola avvocato dell’altra famiglia sottolinea la necessità di un intervento. I giovani devono capire quanto l’utilizzo del web possa essere dannoso. Niola è anche responsabile Cam Telefono Azzurro. L’avvocatessa rimarca la necessità di non pensare a cosa si sarebbe potuto fare. Si deve pensare cosa ancora si può fare per aiutare i giovani ad uscire dalla zona grigia per costruirsi un futuro migliore. Auspica l’introduzione di un Codice Azzurro che tuteli i minori sulla falsa riga del codice rosso adottato per le donne vittime di stalking e violenze.

Ti consigliamo come approfondimento- Stupro Caivano, emergono violenze per mesi. Accusati 15 ragazzi: scoperti i video in chat

Le minacce alla mamma della 12enne

omicidio suicidio sassuolo minacce, Stupro Parco VerdeStupro Parco Verde. L’avvocato Pisani fa sapere di uno sfogo della madre della 12enne violentata che asserisce di star subendo minacce dall’intero quartiere. Il figlio maschio della donna, il ragazzo che ha denunciato gli abusi, avrebbe subito anche un furto come atto punitivo per aver parlato. Nessuna delle vittimesi sente più al sicuro in casa propria. L’incontro con la premier avverrà nella scuola delle due ragazzine abusate. Intanto Giorgia Meloni fa sapere di aver già individuato alcune strategie da mettere in atto. Per la premier bisogna riaprire la palestra abbandonata in cui è avvenuto lo stupro perché in un posto dove lo Stato è avvertito lontano bisogna che la presenza delle istituzioni sul territorio venga rafforzata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × uno =