Superbonus, lo Stato pronto a riprendersi i soldi investiti: ecco come

0
166
Superbonus Lavoratore statale Tfs, Foggia diplomi falsi, bonus 550 euro, Natale 2022 spesa prezzi, bonus 200 euro partite iva Parlamentari vitalizio, bonus benzina 200 euro, Bonus 200 euro luglio, Venezia turisti multati pozzo, Superbonus fondi finiti,Bonus 200 euro luglio

Che lo Stato debba coprire un enorme buco di bilancio per via del Superbonus, purtroppo non è una novità. Tra chi critica e chi loda comunque la manovra, che sta portando a un deciso aggiornamento del patrimonio immobiliare italiano, nel mezzo c’è il Governo Meloni. La premier era sostanzialmente critica col Superbonus ma, dopo esserselo trovato approvato e con gran parte dei soldi già spesi, deve solo tentare di riprendersi quel che si può anche in vista della Legge di Bilancio 2024, che dovrebbe essere varata il 12 dicembre. Vediamo quindi gli ultimi aggiornamenti.

Ti consigliamo come approfondimento – Bonus 200 euro per 31 milioni di italiani: ecco come richiederlo

Superbonus, lo Stato pronto a riprendersi i soldi? Ecco gli ultimi aggiornamenti

Proprietari risarcitiCome riprendersi i soldi spesi col Superbonus? Ovviamente operando sul prodotto finito, cioè sulla casa completata. Sulla quale saranno tassate anche le spese sostenute con il Superbonus. Ecco come:

  • Se la casa su cui sono stati effettuati i lavori con il Superbonus viene venduta entro 5 anni (cioè nel periodo 2024-2029) i costi relativi al Superbonus saranno inclusi nella plusvalenza tassata al 26% generata dalla vendita della casa.
  • Se la casa viene venduta tra i 5 e i 10 anni, i costi del Superbonus sono deducibili al 50%;
  • Se invece la casa viene venduta dopo 10 anni, i costi del Superbonus sono interamente deducibili.

Questo discorso non vale per le prime case e nel caso in cui il beneficio fiscale sia stato ottenuto tramite detrazione Irpef. Inoltre sono esclusi anche gli immobili acquisiti per successione.

Ti consigliamo come approfondimento – Il cammino del Superbonus tra tagli e proroghe

Superbonus, lo Stato pronto a riprendersi i soldi? Attenzione al riclassamento

Bonus bollette EcobonusInoltre la nuova Legge di Bilancio in via di approvazione prevederà per i proprietari delle case interessate al Superbonus l’obbligo di riclassamento.

In parole povere, i proprietari di casa coinvolti nel superbonus (l’Agenzia delle Entrate ha la lista dei richiedenti, ovviamente!) dovranno comunicare al catasto le modifiche fatte.

Ti consigliamo come approfondimento – Arriva la legge contro il pezzotto

Fermo restando che starà all’Agenzia delle entrate, attraverso delle liste selettive, effettuare la comparazione tra le dichiarazioni fatte, e le modifiche effettive, se le modifiche dovessero portare a un riclassamento catastale (cioè a un aumento della classe catastale), questo porterà anche a un aumento delle tasse sugli immobili stessi. Questo perché ci sarà una modifica sulla rendita dell’immobile e quindi sulle tasse da versare.

Ovviamente vi terremo aggiornati quando uscirà definitivamente la legge di bilancio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × 5 =