Svezia, due esplosioni manomettono il gasdotto Nord Stream: incidente o sabotaggio della Russia?

0
104
luce gas Svezia gasdotto Nord Stream

Svezia gasdotto Nord Stream, sabotaggio o semplice incidente? Qualcosa è accaduto, cosa non si sa. O almeno, da un lato c’è chi parla di sabotaggio, dall’altro chi di incidente. Due esplosioni in un luogo importantissimo per l’Ue. Il gasdotto in Svezia infatti è il principale gasdotto che rifornisce l’intera Europa del gas proveniente dalla Russia. Un suo malfunzionamento causa disagi dunque all’intero continente europeo. Per questo, da parte dei Russi, sabotare il gasdotto, vorrebbe dire mettere alle corde l’Europa. I russi però fanno sapere di non aver sabotato quest’ultimo, tuttavia dall’occidente le affermazioni sono opposte.

Ti consigliamo come approfondimento – Eni trova maxi giacimento di gas a Cipro: l’Ue sarà finalmente indipendente dalla Russia?

Svezia gasdotto Nord Stream: le opinioni dei sismologi svedesi

Svezia gasdotto Nord StreamPer primi, a fare il punto della situazione, e analizzare ciò che è avvenuto, sono i sismologici svedesi. “Non c’è dubbio che si tratti di esplosioni” dichiara il docente Bjord Lund, direttore della rete sismica nazionale svedese. “Si vede chiaramente come le onde rimbalzino dal fondo alla superficie”. Per cui: “Non c’è dubbio che sia stato uno scoppio”. Inoltre, una delle esplosioni, ha provocato un magnitudo 2,3 registrato da trenta stazioni di misurazione poste a Sud della Svezia. “Prima è stata registrata alle 2:03 della notte di lunedì, la seconda lunedì sera alle 19:04” riferiscono i dati. Gli allarmi sulle fughe di gas sono arrivate dall’amministrazione marittima rispettivamente alle 13:52 e alle 20:41.

 Ti consigliamo come approfondimento – La Grecia si vendica con la Germania per la crisi del 2009: “Problemi di gas? D’inverno a noi non serve”

Svezia gasdotto Nord Stream: il commento delle autorità danesi ed europee

Recovery Fund, Svezia gasdotto Nord Stream,La premier danese, Mette Frederisken, è convinta della sua opinione. “Le perdite di gas sono dovute ad atti deliberati, non ad un incidente“. Poi il ministro danese dell’energia e del clima, Dan Jorgensen, fa il quadro della situazione. “Le perdite dovrebbero durare almeno una settimana“. Dunque: “Fino all’esaurimento del metano che fuoriesce dai tubi sottomarini”. In conseguenza a ciò: “Fondamentale indagare sugli incidenti per ottenere una piena chiarezza sia sugli eventi che sul perchè” afferma Ursula Von Der Leyen. Che poi commenta così: “Qualsiasi interruzione deliberata delle infrastrutture energetiche europee attive è inaccettabile e deve portare ad una risposta più forte possibile”.

Ti consigliamo come approfondimento – Bellissima notizia, l’Italia riceverà 4 miliardi di metri cubi di gas dall’Algeria

Svezia gasdotto Nord Stream: le dichiarazioni degli Stati Uniti

Svezia gasdotto Nord Stream
Dal profilo Facebook di Antony Blinken, segretario di Stato degli USA

Gli Stati Uniti, subito dopo le due esplosioni, hanno subito affermato di essere pronti ad aiutare gli alleati europei in seguito alle perdite scaturite nei gasdotti. Inoltre sostengono che stanno valutando se si tratti o meno di un sabotaggio. Di fatto, Antony Blinken, segretario di Stato Usa afferma: “Esamineremo le cause per comprendere se siano dovute a qualche attacco o sabotaggio“. Poi continua: “Chiaro è, che se la notizia fosse confermata, non sarebbe nell’interesse di nessuno”. Poi prosegue: “Le perdite, da ciò che mi sembra di capire, non avranno un impatto significativo sulla resistenza energetica dell’Europa“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × 5 =