Trova dei ladri in casa, tabaccaio spara e ne uccide uno: “Mi sono difeso”

0
391
tabaccaio spara ladro

Tabaccaio spara ladro che era entrato insieme ad alcuni complici nella sua abitazione. Il rapinatore di 39 anni è morto sul colpo. I Carabinieri indagano sulla dinamica dell’incidente. Iniziate anche le ricerche degli altri complici che si sono dati alla fuga dopo gli spari. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Bacoli, guardia giurata minaccia di darsi fuoco durante consiglio comunale: fermato appena in tempo!

Tabaccaio spara ladro: l’infrazione nella notte

tabaccaio spara ladro, Germania benzinaio ucciso,È accaduto la scorsa notte a nel comune di Santopadre in provincia di Frosinone. Luogo della vicenda, la villetta di un tabaccaio 58enne del posto. L’uomo ha dichiarato che non si trattava della prima infrazione nella sua abitazione. Il gruppo in questione sembra avesse già compiuto diverse infrazioni e furti in quella zona. Secondo la prima testimonianza sui fatti, il tabaccaio avrebbe sorpreso il gruppo di malviventi nel proprio vialetto. Recatosi fuori e vedendo che uno dei ladri gli stava puntando la pistola contro, il tabaccaio avrebbe sparato con il fucile colpendo e uccidendo il rapinatore 39enne di origine rumena. La testimonianza coinciderebbe con il ritrovamento del corpo all’arrivo delle Forze dell’Ordine. I sanitari che si sono recati sul posto alla chiamata del 118 hanno trovato il corpo del 39enne disteso nel giardino. Nonostante l’arrivo tempestivo per l’uomo non c’è stato nulla da fare. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Pietro Genovese è fuori dai domiciliari: avvocati ora chiedono servizi sociali

Tabaccaio spara ladra: l’interrogatorio 

tabaccaio spara ladro, Napoli incidente camion, campania esplosione commissariato,Tragedia funivia Stresa, Concorso Polizia Municipale Bacoli, Veggente tedesco Madeleine McCann, Napoli bambino caduto,Il tabaccaio è stato trasportato dalla Forze dell’Ordine in Questura per delineare la dinamica dell’episodio. L’uomo afferma di aver sparato per legittima difesa. “Stavo tornando dal lavoro nella mia villetta con mio figlio e quando sono entrato in casa ho sentito dei rumori. Ho capito che c’era qualcuno al piano superiore e allora ho preso il fucile perché mi sono spaventato. Sono uscito di casa e mentre facevo il giro della villetta un uomo mi si è parato davanti. Impugnava una pistola. Me l’ha puntata contro e a quel punto ho sparato.” Questa la testimonianza che il tabaccaio ha rilasciato al Corriere della Sera. Sta agli inquirenti constatare se l’accaduto possa definirsi come effettiva legittima difesa. Continuano anche le indagini per trovare i complici del rapinatore. Dalla testimonianza del proprietario di casa dovrebbe trattarsi di almeno altri 3 rapinatori. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × tre =