Roma: 13enne perde il tablet sul bus, gli autisti di Atac glielo ricomprano!

0
311
tablet atac,
Dalla pagina Facebook ufficiale di "Atac Roma"

Tablet Atac, un binomio che trova il suo significato nel bel gesto dei conducenti. Inizia tutto con un viaggio su un bus dell’Atac Roma. Un ragazzino di nome Tomas è sull’autobus, quando scende però si accorge di non avere più il suo tablet. Quest’ultimo fondamentale per seguire le lezioni online. Purtroppo il tablet però non è più sul bus, qualcuno lo ha rubato. Il conducente così decide di chiedere aiuto ai suoi colleghi. Viene fatta una raccolta per regalare un tablet nuovo al ragazzino. Una storia semplice ma dalla generosità commovente.

Ti consigliamo come approfondimento – Mitilanti e poesie take away: diffondere l’arte bussando al citofono di casa

Tablet Atac: il tablet perso e la colletta dei conducenti

Tablet Atac,
Dalla pagina Facebook ufficiale di “Atac Roma”

Tomas ha 13 anni e viene da una famiglia che per regalargli un tablet ha fatto molti sforzi. Lo stesso tablet che il ragazzino perde sull’autobus 86 dell’Atac Roma. Quando realizza ciò si siede in lacrime al capolinea di Conca D’oro. Attende il conducente di quel bus per chiedergli se avesse trovato il suo tablet. Il ragazzo è disperato, non vuole andare a scuola e nemmeno tornare a casa. Pesa su di lui, nonostante l’età, il pensiero degli sforzi dei genitori. Purtroppo però qualcuno però, arrivato prima del ragazzo, aveva già provveduto a prendersi il tablet. Il conducente così decide di chiedere aiuto, all’insaputa di Tomas, ai suoi colleghi. Viene fatta una colletta tra i vari conducenti Atac. Vengono raccolti 500 euro con cui viene regalato un nuovo tablet al ragazzo.

Ti consigliamo come approfondimento – Bambino di Mugello ritrovato, qualcosa non torna? Dopo due giorni aveva scarpe e capelli puliti

Tablet Atac: la consegna del tablet e la generosità delle persone

tablet atac,
Dalla pagina Facebook ufficiale di “Atac Roma”

Una storia triste che nasce dal furto ad un 13enne è terminata in generosità. Un caso tanto raro forse quanto umano. Alla vista del ragazzo in lacrime e al racconto di quella storia hanno risposto in 7 dalla rimessa di Grottarossa. Patrizia, Stefano, Maria, Andrea, Valentina, Luigi, Stefania e Pia. A questi si è aggiunto anche il proprietario del negozio dove è stato acquistato il tablet. Quest’ultimo infatti ha contribuito con un notevole sconto sul prodotto ascoltando la storia del conducente. Così il padre di Tomas, complice dei conducenti, ha portato il figlio alla fermata come sempre. Questa volta però ad attenderlo c’erano i conducenti con un regalo per lui. Un tablet migliore di quello che aveva perso. Un tablet che nel suo fine ha regalato un sorriso di gioia al piccolo ragazzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

9 + 16 =