Il Taurasi nuova medicina? Nel vino rosso la speranza contro il virus

0
530
taurasi

Non si ferma la ricerca di una terapia per frenare la corsa del Coronavirus. Al Monaldi di Napoli una speranza sembra arrivare dal vino rosso: una sperimentazione dell’integratore a base di Taurasi ha dato risultati positivi. Il vino rosso irpino Docg, dunque, potrebbe essere un ottimo alleato contro il Covid-19. Il resveratrolo, sostanza naturale presente proprio nel Taurasi, sarebbe capace di bloccare la replicazione virale della Mers, un virus strettamente imparentato con il Covid-19. È quanto risulta da un recente studio apparso sulla rivista scientifica Nature, pubblicato da Guangdi Li ed Erik De Clercq. Nello studio vengono sperimentati su animali diverse molecole contro i principali beta Coronavirus.

Ti consigliamo come approfondimento – Il Coronavirus ribalta la sanità: Nord bocciato e Sud promosso!

Taurasi contro il Covid-19: al via la sperimentazione

Taurasi contro virusIl Direttore del Dipartimento di Farmacia dell’Università Federico II di Napoli, Ettore Novellino, ha messo a punto il brevetto. Si tratta di una miscela di polifenoli, il Taurisolo, a base di resveratrolo, estratto direttamente dalle vinacce dell’Aglianico, il famosissimo vino Docg. Si sta valutando la portata antinfiammatoria della miscela.

“Dopo una sola somministrazione in 2 pazienti su tre l’Interleuchina 6 al prelievo risulta dimezzata. Un rilievo molto promettente per controllare la fase infiammatoria di Sars.-Cov-2″ afferma Novellino. Si Attende il parere dell’Aifa per far partire la sperimentazione, che consisterebbe nella somministrazione domiciliare di Taurisolo su soggetti affetti da Coronavirus via aerosol.

 

Resveratrolo: che cos’è?

Taurasi contro virusIl resveratrolo è una sostanza prodotta da diverse specie vegetali. Grazie alle sue proprietà antiossidanti, protegge il nostro organismo dalle patologie cardiovascolari e tumorali. Un tempo si riteneva che fosse addirittura capace di aumentare la durata della vita.

Nel regno vegetale il resveratrolo lo possiamo trovare nella buccia dell’uva e nel vino, in particolare in quello rosso. Nonostante gli effetti positivi, i medici invitano a tenere un comportamento moderato e a non lasciarsi andare a pericolosi entusiasmi. Le proprietà benefiche del vino, infatti, dipendono da vari fattori: il sesso, l’età, il peso di un soggetto. È fondamentale assumerne dosi giuste (per l’uomo si consigliano 2-3 bicchieri al giorno, un po’ meno per la donna).

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, nasce il panaro solidale: “Chi può metta, chi non può prenda”

Taurasi e non solo: continua la lotta contro il Coronavirus

Taurasi contro virusNon basta un bicchiere di vino rosso per sconfiggere il virus. Ma sicuramente potrebbe essere un valido alleato con il Taurasi. La scoperta dell’efficacia dell’integratore a base di Taurasi si accompagna ad altre sperimentazioni messe a punto dagli scienziati italiani. Hanno registrato risultati importanti gli effetti del Tocilizumab, il farmaco contro l’artrite reumatoide, sperimentato e messo a punto al Cotugno e al Pascale di Napoli. Ad alimentare la speranza di una cura efficace contro il mostro Coronavirus, dunque, adesso arriva anche il tanto amato vino rosso. Non ci resta che sperare e fare un brindisi a chi, in questo periodo difficile, sta mettendo anima e corpo nella lotta contro il Covid-19.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 3 =