Teatro Sannazaro: presentato alla stampa il cartellone 2021-2022

0
104
Teatro Sannazaro

Prende il via con la conferenza stampa di presentazione la stagione teatrale 2021-2022 del Teatro Sannazaro. I padroni di casa Lara Sansone e Salvatore “Sasà” Vanorio hanno accolto i giornalisti con un cartellone che rispecchia in pieno la parola d’ordine di quest’anno: “Rientra nel vivo”. Insieme a loro diversi tra i protagonisti che animeranno il Teatro Sannazaro, pronti a presentare progetti capaci di spaziare tra tradizione e innovazione, riuscendo a dare una lettura contemporanea dei classici, a volte perfino portandoli fuori dal loro tempo.

Ti consigliamo questo approfondimento – Napoli, la bellezza del teatro San Carlo

Teatro Sannazaro: un cartellone tra tradizione e contemporaneo

teatro sannazaroIn una presentazione snella ma allo stesso tempo completa e chiara nel dare voce alle diverse anime del teatro, Lara Sansone e Salvatore Vanorio hanno reso ben evidenti i punti cardine di questa edizione:

Rientra nel Vivo ha due letture. Una è legata al teatro, che rientra appunto nella sua sede naturale; l’altra è un invito allo spettatore, ad alzarsi dalla tv e dallo streaming per ritornare nel vivo del palco, della scena. In una stagione che è una sfida: tante donne dirette da una donna (Lara Sansone, direttrice artistica del Teatro Sannazaro, ndr) non sono affatto usuali e ne siamo orgogliosi. Inoltre abbiamo messo i giovani al centro: con loro infatti “divideremo il Natale” tra il nostro Café Chantant – Su le mani e lo spettacolo di Benedetto Sicca dedicato a Romeo e Giulietta per riflettere sul classico, sulla morte e sull’amore. Tutto questo in attesa di poter festeggiare il nostro compleanno; 50 anni fa, infatti, il Teatro Sannazaro aprì la sua prima stagione con Annella di Porta Capuana.”

Le parole di Lara Sansone poi snocciolano i vari gioielli di questo cartellone. Solo per citarne alcuni, ricordiamo:

  • Gaia Aprea, con Memorie di una maîtresse americana di Nell Kimball;
  • Peppe Barra e Lara Esposito, protagonisti di Non c’è niente da ridere con la regia di Lamberto Lambertini;
  • Lello Arena in “Parenti Serpenti”;
  • Rosalia Porcaro in protagonista di Core ‘ngrato della stessa Porcaro e Corrado Ardone;
  • Cristina Donadio, protagonista di Je suis Kiki di Igor Esposito con Marco Zurzulo Ensamble;
  • Marisa Laurito con Livio Beshir, Giancarlo Nicoletti, Guglielmo Poggi diretti da Giancarlo Nicoletti sono i protagonisti di Persone naturali e strafottenti di Giuseppe Patroni Griffi;
  • E poi ancora Ettore Bassi, Massimiliano Gallo (come regista), Lina Sastri e tanti, tantissimi altri.
Ti consigliamo questo approfondimento – Teatro Trianon, presentata la stagione 2021-2022 

Il Teatro Sannazaro “Rientra nel Vivo”: parola ai protagonisti

Tra gli artisti che dal palco o dalla platea hanno presentato i loro spettacoli, abbiamo avuto Cristina Donadio e Rosalia Porcaro.

Partiamo da Cristina Donadio: “Sono fiera di far parte di un cartellone che mescola tradizione e contemporaneo. Je suis Kiki è un’altra tappa della mia immersione nelle avanguardie storiche, periodo che mi affascina moltissimo. In questo caso insieme a Igor (Esposito, il regista dello spettacolo) ho scovato l’autobiografia di Kiki de Montparnasse, una modella, una donna straordinaria, che io racconto dalla fine, e dalle sue fragilità, per delinearla a tutto tondo. Una donna che non riesce a liberarsi dalla nostalgia per ciò che è stato.

Di tono simile le parole di Rosalia Porcaro: “Essere al Sannazaro mi fa piacere e mi emoziona. Con Core ‘ngrato porto uno spettacolo che mantiene le mie corde comiche ma non rinuncia alle emozioni. Si ride tanto, soprattutto all’inizio, ma lentamente diventa uno spettacolo molto emozionale. Il pubblico si troverà, quasi senza volerlo, coinvolto nelle vicende dei protagonisti. Nella storia di questa donna malata di Alzheimer, e nel suo rapporto con la figlia e con la badante, si scopre che il grottesco riesce a far ridere e piangere insieme.”

Ti consigliamo questo approfondimento – Scarpetta e De Filippo, ecco i film su di loro 

Il Teatro Sannazaro “Rientra nel Vivo”: le parole di Lara Sansone

lara sansone teatro sannazaroÈ infine intervenuta ai nostri microfoni Lara Sansone, direttrice artistica del Teatro Sannazaro.

Colpisce nella programmazione la presenza di Marisa Laurito, non solo grandissima attrice ma anche lei direttrice artistica (del Teatro Trianon, ndr). Saranno queste collaborazioni a portare il teatro napoletano fuori dalla pandemia?

Deve essere così, e le nostre stagioni sono improntate alla collaborazione e al dialogo. Si può uscire da questo momento difficile solo se siamo compatti come categoria.” Le fa eco Salvatore Vanorio: “Tutto ciò che è teatro fa bene al teatro, anche in ottica di pubblico. Con Marisa celebriamo uno splendido rapporto fatto anche di rispetto delle diverse identità.”

E si chiude così la presentazione di una stagione che sembra voler fare di un’identità familiare il suo nucleo centrale. Insomma, sarà difficile sbagliare colpo andando al Teatro Sannazaro, pronto ad accogliere il pubblico con il suo cartellone (che potete leggere per intero QUI).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × 5 =